LA DORIA – Nel primo trimestre fatturato stabile nonostante la sterlina debole

LA DORIA – Nel primo trimestre fatturato stabile nonostante la sterlina debole

Primo trimestre 2017 fatturato stabile per LA DORIA:

ladoria1.jpgIl CdA di La Doria ha approvato i conti del primo trimestre, chiuso il 31 marzo 2017.

I ricavi consolidati sono rimasti pressoché costanti, a 167.5 milioni di euro, rispetto ai 168,3 di un anno fa. A parità di cambi il risultato sarebbe stato in crescita del 5,6%. Secondo la nota della società, “i volumi venduti sono in significativo incremento nonostante l’avverso contesto di riferimento”.

L’Ebitda è in calo a 11,8 milioni di euro, dai 14,7 milioni di un anno fa. Il margine Ebitda è del 7,1%. L’utile netto è stato di 5,2 milioni di euro, in discesa dai 9,2 milioni del primo trimestre 2016.

La posizione finanziaria netta è migliorata a 88,3 milioni di euro dai 104,8 milioni di euro al 31 dicembre 2016.

Secondo il commento della società nella sua nota “I risultati sono in calo, come da previsioni, rispetto al primo trimestre del 2016, a causa della deflazione dei prezzi di vendita e dell’inasprimento dello scenario competitivo anche a seguito della Brexit. Sulla performance ha influito anche lo sfavorevole cambio di conversione euro-sterlina dei risultati della società controllata inglese”.

La società è stata inclusa in uno studio di Banca Imi che ha selezionato i tre titoli più attraenti (su 69 presi in considerazione) da inserire nel portafoglio azionario di un Piano Individuale di Risparmio (PIR).

Secondo quanto riportato dagli analisti di Banca IMI, il titolo di La Doria tratta a sconto del 28% circa rispetto ai suoi competitor.
Inoltre il secondo semestre del 2017 dovrebbe vedere una ripresa dei prezzi che hanno penalizzato la società nel 2016, favorita anche dall’esaurimento delle scorte entro metà anno.
Gli ultimi mesi dell’anno dovrebbero anche rivedere un miglioramento della marginalità, secondo lo studio.

www.websim.it

Print Friendly, PDF & Email