CERTIFICATE – Rendimenti dal 7,5% in su: otto Cash Collect per puntare sull’Europa

di Redazione Websim
L’investitore alla ricerca di buone opportunità in Europa trova  da questa settimana otto nuovi strumenti per operare sul mercato azionario con la protezione della barriera. Banca Imi ha emesso ieri otto Cash Collect Certificate in grado di generare rendimenti in situazione di stabilità, rialzo, o limitato ribasso delle azioni sottostanti.

Il baricentro geografico dei sottostanti è tra Italia e Francia: ci sono due banche, due compagnie assicurative, due costruttori automotive, un operatore della telefonia ed una società del risparmio gestito.

Di seguito riportiamo per ogni strumento il nome,  il codice Isin, il ric Reuters, la cedola mensile, la barriera, la distanza dalla barriera in percentuale rispetto ai prezzi attuali.

UBI BANCA, codice Isin  IT0005249955 [IT524995.MI], 0,92 euro, 2,55 euro (-23,6%). Rendimento annuo potenziale massimo 11,04%.

GENERALI, codice Isin IT0005249963 [IT524996.MI],  0,61 euro, 11,40 euro (-17,9%). Rendimento annuo potenziale massimo: 7,32%.

BANCA MEDIOLANUM, codice Isin  IT0005249971  [IT524997.MI], 0,75 euro, 5,50 euro (-18,2%). Rendimento annuo potenziale massimo:  9%.

RENAULT, codice Isin  IT0005250037 [IT525003.MI], 0,70 euro, 63,08 (-18,2%). Rendimento annuo potenziale massimo: 8,40%.

UNICREDIT,  codice Isin IT0005250052 [IT525005.MI], 0,72 euro, 10,13 euro (-21,6%). Rendimento annuo potenziale massimo: 8,64%.

UNIPOL, codice Isin  IT0005250060 [IT525006.MI], 0,721 euro, 2,839 euro (-21,2%). Rendimento annuo potenziale massimo: 8,65%.

PEUGEOT,  codice Isin IT0005250078 [IT525007.MI], 0,82 euro, 14,28 euro (-16,8%).  Rendimento annuo potenziale massimo: 9,84%.

TELECOM ITALIA,  codice Isin  IT0005250086 [IT525008],  0,63 euro, 0,643 euro (-17,8%).  Rendimento annuo potenziale massimo:  7,56%.

Tutti e otto sono stati emessi a 100 euro, tutti hanno una durata di un anno, tutti pagano in modo incondizionato i primi due premi mensili, i seguenti dieci sono invece condizionati.

Per spiegare il funzionamento usiamo il primo della gamma, quello con Ubi Banca come sottostante.

Il Cash Collect Certificate Certificate paga due premi mensili incondizionati di 0,92 euro ciascuno l’11 maggio ed il 12 giugno. A partire da luglio, il premio viene erogato l’11 luglio 2017 solo se alla data di rilevazione (5 luglio 2017), il sottostante non si trova sotto la barriera, posta a 2,55 euro: distanza dai prezzi attuali -23,6%.

Se Ubi Banca è sotto la barriera non si incassa nulla e si passa alla data di valutazione successiva (11 agosto 2017). Le altre date di pagamento sono 11 settembre 2017, 11 ottobre 2017, 13 novembre 2017,  11 dicembre 2017, 11 gennaio 2018, 12 febbraio 2018 e 12 marzo 2018. I giorni di valutazione sono quattro giorni lavorativi prima della data di pagamento).

Nel giorno della scadenza finale (11 aprile 2018) il Cash Collect viene rimborsato a 100 euro, più l’ultimo importo addizionale di 0,92 euro, solo se il sottostante è pari o sopra la barriera. Se tutti i mesi si incassa il premio, l’investimento si chiude con un incasso di 11,04 euro: ipotizzando di comprare il cash collect a 100 euro, si ottiene un rendimento dell’11,04%.

Se alla scadenza, il sottostante è sotto la barriera, l’investimento si chiude con una perdita commisurata a quella che avrebbe ottenuto investendo direttamente nell’azione sottostante. Per esempio, se Ubi Banca si troverà tra un anno a 2,40 euro, il rimborsa sarà 70,58 euro.

In questo momento, la maggior parte degli analisti non si aspetta grossi traumi su questi otto sottostanti, il target price medio è ben sopra il prezzo attuale, molto più in alto della barriera.

Concordiamo il pensiero della maggioranza degli analisti, ci piacciono in particolare Peugeot, Unipol e Telecom Italia. Non ci aspettiamo un andamento in rialzo per Ubi Banca, ma il nostro target price è ben sopra il valore della barriera.

www.websim.it