CERTIFICATE – Investire su Intesa puntando a un rendimento del 28%

di Redazione Websim
Dal dire al fare c’è di mezzo il mare. Il dossier Generali è ancora sulla scrivania dell’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina: dopo l’entusiasmo iniziale emergono i primi ostacoli. Il manager che guida  Intesa Sanpaolo ha dichiarato di avere allo studio possibili
intesasanpaolo.pngcombinazioni industriali fra la banca e il Leone di Trieste, ma al momento il gruppo non ha in programma di  lanciare un’offerta di scambio (Ops)  sulla compagnia di assicurazione.

Le tempistiche di un’eventuale operazione sembrano allungarsi ed anche la modalità e gli obiettivi di Intesa Sanpaolo non sono del tutto chiari.

Al mercato l’operazione non entusiasma. Il matrimonio potrebbe mettere a repentaglio la capacità di Intesa di pagare i ricchi dividendi fin qui promessi,  mentre non è chiara  la convenienza industriale nel business delle assicurazioni. Il tutto è avvolto da un alone di incertezza legata alla possibilità che la Bce chieda maggiore riserve di capitale a Intesa, una volta integrata con un gruppo assicurativo.

In uno scenario come questo, un’eventuale offerta su Generali è in gran parte già scontata nei prezzi di Borsa (Intesa Sanpaolo dai 2,55 euro di inizio anno si è portata a 2,15 di oggi), mentre la rinuncia all’operazione darebbe forza al titolo Intesa.
Crediamo che un buon modo per investire sul titolo limitando i rischi legati alla volatilità delle azioni sia il Certificate Bonus Cap emesso da Unicredit  con  sottostante l’azione Intesa Sanpaolo. Il certificate viene identificato dal codice  Isin DE000HV4BFZ1 [DEHV4BF.MI].

Clicca qui per vedere un video esplicativo

Il certificate quota 103 euro (rispetto a un prezzo di emissione di 100 euro), ma i margini per proficui guadagni rimangono. Il prodotto scade il prossimo 15 dicembre e verrà ritirato a 127,5 euro, a condizione che nei prossimi 10 mesi la quotazione di Borsa di Intesa non scenda mai sotto la barriera, fissata a  1,4688 euro.

Per finire in barriera Intesa dovrebbe perdere il 31% e scendere a un valore che il titolo non tocca dall’agosto 2013.  Se questo non succederà da qui all’ultima di quotazione del certificate, fissata al 12 dicembre 2017, il rendimento del Bonus Cap sarà pari al 24,1%, che annualizzato sale al 28,8%

Nell’ipotesi negativa in cui Intesa, in un momento qualsiasi fra oggi e il 12 dicembre 2017, arrivi a toccare la barriera, il certificate perderà il suo bonus e  verrà ritirato alla scadenza  a un prezzo pari a 100 euro (il valore di emissione), meno una percentuale pari alla  distanza percentuale tra lo strike, fissato a 2,448 euro, e il prezzo di Intesa il giorno della scadenza. Se ad esempio il 12 dicembre 2017 il valore di Intesa sarà appena sotto la barriera, il certificate verrà ritirato a un valore di poco inferiore a 60 euro.

Siamo ottimisti su Intesa SanPaolo  abbiamo una raccomandazione NEUTRALE  e un target price di 2,5 euro. Anche il consensus degli analisti raccolto da Bloomberg è positivo: su 31 analisti, 19 hanno una raccomandazione Buy, 10 hold e solo due Sell . Il target price medio è pari a 2,62 euro.

Settimana scorsa  Intesa  Sanpaolo [ISP.MI] ha annunciato i risultati dell’esercizio 2016, chiuso  con un utile netto di 3,111 miliardi, in crescita dai 2,74 miliardi del 2015. Nel solo quarto trimestre l’utile netto è stato di 776 milioni, sotto gli 801 milioni del consensus degli analisti.  Ai soci andrà un dividendo di 0,178 euro per le azioni ordinarie e di 0,189 per le risparmio, in crescita rispettivamente da 0,14 e 0,151.

I proventi operativi netti sono cresciuti del 4,5% su anno e dello 0,8% sul trimestre precedente: le commissioni sono balzate del 15,6% su trimestre e del 7,5% su anno, gli interessi netti calano del 6% rispetto al trimestre precedente e del 9,2% su anno. Stabile su trimestre il risultato del trading.

Il Cet1 a fine 2016 si è attestato al 12,9% a regime e al 12,7% transitional contro il 13% e il 12,8% di fine settembre. I dati sono stati molto positivi e confermano la solidità patrimoniale del gruppo.

L’investimento tramite certificate e non direttamente sul titolo offre un rendimento positivo  fino a un calo del titolo del 31,8% (appena sopra la barriera) ma d’altra parte se la performance in Borsa del titolo Intesa nei prossimi 11 mesi dovesse essere superiore al 24%, il nostro certificate non renderà più di quel livello.

 Vai alla scheda del certificate.

VIDEO: guarda qui il video esplicativo.

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email