CERTIFICATE – Nuovi Cash collect di Banca Imi: rendimenti tra il 9,6% e il 16,8%

a cura dell’Ufficio Studi
Cedole garantite per i primi quattro mesi sulle principali blue chip italiane, premi elevati e barriera solo a scadenza. La nuova famiglia di Cash collect offre inoltre una protezione per cali fino al 25%….

Arriva oggi sul mercato una nuova famiglia di certificate Cash collect di Banca Imi con sottostante le principali blue chip della Borsa italiana. I prodotti si caratterizzano per ricche cedole mensili, di cui le prime quattro garantite, e una barriera che protegge l’investimento fino a una discesa dei sottostanti all’incirca del 25%.

I rendimenti partono dal 9,6% con il Cash collect su Eni per salire fino al 16,8% sul certificate con sottostante Unicredit.

Ogni certificate Cash collect viene emesso a 100 euro, avrà una durata di 12 mesi con barriera europea, ovvero solo a scadenza. Il prodotto offre per i primi quattro mesi (febbraio, marzo, aprile e maggio) premi fissi incondizionati. Per i restanti otto mesi il pagamento delle cedole sarà condizionato dall’andamento del sottostante: se nei giorni fissati per le rilevazioni le quotazioni di Borsa dei sottostanti saranno non inferiore alle barriere i certificate staccheranno le cedole, altrimenti il pagamento sarà rimandato al mese successivo.

Alla scadenza i certificate verranno ritirati a 100 euro se il sottostante sarà sopra o uguale alla barriera. In caso di discesa sotto la barriera, il rimborso sarà di 100 euro meno una percentuale pari alla differenza  percentuale tra lo strike e il prezzo del titolo alla data di valutazione finale (12 gennaio 2018).

Analizziamo ogni certificate cash collect e il suo sottostante presentando così esempi concreti sul funzionamento dei prodotti.

 * BANCO BPM [BAMI.MI]. Cash collect  con Isin IT0005239659 [IT523965.MI]. Stacca cedole dell’1,1% ogni mese, pari al 13,2% annuo e offre una barriera al 75%.

Il certificato pagherà quattro premi fissi incondizionati di Euro 1,25 l’uno nei primi quattro mesi. Affinché venga riconosciuto il premio è necessario che il certificato sia acquistato entro tre giorni lavorativi prima delle date effettive di pagamento.
Quindi per ricevere il premio incondizionato bisogna possedere il certificate nelle seguenti date:  13 febbraio 2017 (pagamento 16 febbraio); 13 marzo (pagamento 16 marzo), 11 aprile (pagamento 18 aprile) e 11 maggio (pagamento 16 maggio).

Nei seguenti otto mesi  se il prezzo di chiusura di Banco Bpm alle date di osservazione si troverà sopra o allo stesso livello della barriera, fissata a 2,033 euro,  il certificate staccherà la cedola, altrimenti quel mese non verrà distribuito alcun premio.
Nel mese successivo si ripete lo stesso confronto. Così fino alla scadenza.

Se Banco Popolare all’ultima data di osservazione (12 gennaio 2018) risulterà sopra o pari alla barriera,  allora il certificate verrà ritirato a 100 euro con un rendimento fino al 13,2% se avrà staccato tutte le cedole mensili.

Lo scenario negativo lo avremo se all’ultima data di valutazione Banco Bpm dovesse quotare sotto 2,033 euro:  allora il certificate verrà ritirato a 100 euro meno una percentuale pari alla distanza percentuale dallo strike, fissato a 2,710 euro.

Per fare un esempio, se il Banco Bpm  dovesse quotare appena sotto 2,033 euro il certificate verrà ritirato poco sotto 75 euro. A questa cifra bisognerà sommare le cedole percepite per calcolare l’effettivo rendimento dell’investimento. Sicuramente il sottoscrittore avrà ricevuto le prime quattro cedole pari a 4,4 euro.

 * ENI [ENI.MI]. Cash collect  con Isin IT0005239667 [IT523966.MI]. Offre un rendimento dello 0,8% mensile pari al 9,6% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente  il 3,2%.
La barriera è fissata a 13,09 euro (-15% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e uno strike a 15,4 euro.
Su  35 analisti censiti da Bloomberg prevale l’ottimismo: 20 consigliano di acquistare l’azione Eni  e 9 di tenerla in portafoglio, il restante di venderla.  Il prezzo obiettivo medio è di 16,24 euro.
Websim sull’azione Eni  ha una raccomandazione INTERESSANTE  e un target a 18 euro.

 * GENERALI [GASI.MI]. Cash collect  con Isin IT0005239675  [IT523967.MI]. Offre un rendimento dello 0,85% mensile, pari al 10,2% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente il 3,4%.
La barriera è fissata a 10,96 euro (-18% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e uno strike a 13,7 euro.
Su  32 analisti censiti da Bloomberg, 12 consigliano di acquistare l’azione Generali e 13 di tenerla in portafoglio, il restante di venderla.  Il prezzo obiettivo medio è di 14,08 euro.
Websim sull’azione Generali  ha una raccomandazione NEUTRALE e un target price a 13 euro.

 * MEDIOBANCA  [MDBI.MI]. Cash collect  con Isin IT0005239683 [IT523968.MI]. Ofre un rendimento dello 0,95% mensile, pari all’11,4% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente il 3,8%.
La barriera è fissata a 6,396 euro (-19% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e uno strike a 7,995 euro.
Tra i 13 analisti censiti da Bloomberg, nove consigliano di acquistare l’azione Mediobanca e quattro di tenerla in portafoglio , nessuno consiglia di venderla. Il prezzo obiettivo medio è di 8,17 euro.
Websim sull’azione Mediobanca  ha una raccomandazione NEUTRALE e un target price a 6,5 euro.

 * TELECOM ITALIA  [TLIT.MI]. Cash collect con Isin IT0005239691  [IT523969.MI]. Offre un rendimento dello 0,95% mensile, pari all’11,4% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente il 3,8%.
La barriera è fissata a 0,682 euro (-17% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e uno strike a 0,852 euro.
Su  36 analisti censiti da Bloomberg prevale l’ottimismo: 22 consigliano di acquistare l’azione Telecom Italia e 12 di tenerla in portafoglio, solo due di venderla.  Il prezzo obiettivo medio è di 0,99 euro.
Websim sul titolo ha una raccomandazione INTERESSANTE  e un target a 1,2 euro.

 * UNICREDIT  [CRDI.MI]. Cash collect con Isin IT0005239709  [IT523970.MI]. Offre un rendimento dell’1,4% mensile, pari al 16,8% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente il 5,6%.
La barriera è fissata a 2,094 euro (-23% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e uno strike a 2,618 euro.
Su 28 analisti censiti da Bloomberg, 16 consigliano di acquistare l’azione Unicredit e 10 di tenerla in portafoglio, solo due di venderla.  Il prezzo obiettivo medio è di 3,02 euro.
Websim sul titolo ha una raccomandazione NEUTRALE e un target a 2 euro.

 * UBI  [UBI.MI]. Cash collect  con Isin IT0005239717  [IT523971.MI]. Offre un rendimento dell’1,25% mensile, pari al 15% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente il 5%.
La barriera è fissata a 2,463 euro (-27% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e lo strike a 3,284 euro.
Su  19 analisti censiti da Bloomberg, otto consigliano di acquistare l’azione Ubi e otto di tenerla in portafoglio, il restante di vendere.  Il prezzo obiettivo medio è di 3,44.
Websim sul titolo ha una raccomandazione INTERESSANTE  e un target a 2,95 euro.

 * UNIPOL  [UNPI.MI]. Cash collect  con Isin IT0005239725 [IT523972.MI]. Offre un rendimento dell’1,2% mensile, pari al 14,4% annuo. Le prime quattro cedole garantite rendono complessivamente il 4,8%.
La barriera è fissata a 2,789euro (-20% rispetto all’attuale prezzo di Borsa) e lo strike a 3,486 euro.
Su sette analisti censiti da Bloomberg, sei consigliano di acquistare l’azione Unipol, uno di tenerla in portafoglio, con un target price medio di 3,98 euro.
Websim sul titolo ha una raccomandazione INTERESSANTE  e un target a 3,6 euro.

Di seguito una tabellina di tutti i certificate. Per maggiori informazioni cliccare qui

cashcollectbancaimi.png

Per visionare a scheda prodotto clicca qui

www.websim.it

Print Friendly, PDF & Email