PRELIOS: ANALISI FONDAMENTALE

PRELIOS: ANALISI FONDAMENTALE

Prelios è una società di servizi immobiliari, attiva principalmente in Italia e Germania. Il gruppo Prelios è nato nel 2009 a seguito dello scorporo e della quotazione del ramo d’azienda Real Estate di Pirelli, che è ancora oggi tra i principali soci dell’azienda.

Nel 2015, dopo diversi anni di risultati negativi, il gruppo Prelios ha portato avanti un’importante operazione strategica che ne ha modificato il modello di business, separando le sue attività negli servizi immobiliari dagli investimenti. Questi ultimi sono stati scissi scorporati e riuniti nella newco Focus Investments, di cui Prelios controlla il 24%.
prelios.png
A seguito dello spin-off, Prelios ha portato a termine un aumento di capitale da 67 milioni di euro e  ha dato avvio ad un processo di riorganizzazione delle proprie attività. I driver dello sviluppo del gruppo dovrebbero ora essere i servizi immobiliari a valore aggiunto, come la gestione di fondi e, in modo particolare, il servicing nel mercato dei crediti deteriorati (NPL).

Risultati in crescita al 30 settembre 2016

Il gruppo Prelios, nei primi nove mesi del 2016, ha registrato un aumento, a parità di perimetro di consolidamento, dei ricavi del 23% a 51,3 milioni, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e rispetto ai 41,8 milioni di euro al 30 settembre 2015. L’aumento dei ricavi è dovuto ad una migliore performance sia dell’Alternative Asset Management che dei servizi immobiliari (Real Estate Services), evidenziando una crescita organica del Gruppo.
L’EBIT migliora, tornando in positivo per 0,1 milioni di euro. Nel 2015 era invece negativo per 3,3 milioni di euro. Il miglioramento del margine è dovuto al maggior valore aggiunto delle attività e al contenimento dei costi centrali.

Il risultato netto evidenzia una perdita pari a -24,1 milioni di euro (-16,6 milioni di euro al 30 settembre 2015). Tale risultato è dovuto principalmente alla svalutazione effettuata dalla partecipata Focus Investments, che ha inciso per 13,3 milioni di euro.

La Posizione Finanziaria Netta è negativa per 3 milioni di euro e mostra un deciso miglioramento rispetto al 31 dicembre 2015 (a 184,9 milioni di euro) per effetto dell’operazione straordinaria di rafforzamento patrimoniale.

Da segnalare che le attività di Alternative Asset Management, grazie alla combinazione dei risultati raggiunti da Prelios SGR e Prelios Credit Servicing (Npl), hanno registrato complessivamente ricavi per 18,9 milioni di euro, in miglioramento rispetto ai 16 milioni di euro consuntivati al 30 settembre 2015. Il risultato della gestione al 30 settembre 2016 è positivo per 3,7 milioni di euro, rispetto al valore negativo di 0,3 milioni di euro dei primi nove mesi del 2015.

Stime, outlook e giudizio

 
Riteniamo che Prelios sia destinata a diventare un player ancora più significativo nel campo dei servizi real estate e nel servicing sui crediti deteriorati (NPL).  In particolare quest’ultimo settore potrebbe essere tra quelli con la migliore crescita nei prossimi anni, grazie al progressivo deconsolidamento attraverso la cartolarizzazione delle sofferenze in pancia alle banche italiane.
Prelios si è già ben posizionata in questo business, grazie all’ottenimento dell’incarico di gestire i portafogli di NPL della Banca Popolare di Bari e Carige, cartolarizzati con la garanzia statale denominata GACS che consente di abbattere notevolmente il costo dell’operazione per la banca.
Rimangono alcuni dubbi sul possibile impatto negativo del settore investimenti, attenuato a seguito dello spin-off nel veicolo Focus Investments , ma che ha comunque comportato svalutazioni per 59 milioni di euro nel primo semestre 2016.
Il consenso degli analisti vede per il 2018 un fatturato di 109 milioni di euro, Ebit a 14,4 milioni ed un utile netto di circa 5 milioni di euro.
Prelios_tabella.png

www.websim.it

www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email