CERTIFICATE – Ricche cedole e sonni tranquilli con l’Exanino su Bper

di Redazione Websim

La vittoria elettorale di Donald Trump apre una fase di notevole incertezza sui mercati finanziari, spaventati all’idea che il nuovo presidente degli Stati Uniti metta davvero in atto i programmi annunciati in questi mesi, come le politiche  anti-commercio, anti-Cina ed anti-Messico.

trump.pngIl buon senso suggerisce che il Congresso ed i mercati finanziari limiteranno le possibilità di Trump di agire. E’ altrettanto possibile che i proclami da campagna elettorale vengano messi da parte una volta assunte le responsabilità del potere: ma la preoccupazione che il nuovo presidente Usa faccia davvero quanto ha detto è forte. La previsione diffusa è che i mercati finanziari attraverseranno una fase di elevata volatilità.

In questo quadro il mondo dei Certificate offre prodotti interessanti per chi vuole ridurre il rischio e al tempo stesso puntare a una buona redditività. Fra questi segnaliamo l’Exanino Superbarriere con sottostante l’azione Banca Popolare dell’Emilia Romagna (codice Isin FREXA0002958  [FR000295.MI]), emesso il mese scorso da Exane Derivatives. L’Exanino Superbarriere offre cedole elevate con una buona protezione grazie all’effetto memoria e alla barriera molto lontana.

Banca Popolare dell’Emilia è a nostro giudizio uno degli istituti di credito più interessanti in questo momento: la società terrà il prossimo 26 novembre l’assemblea per la conversione in Spa, dopodiché ci aspettiamo che svolga un ruolo importante come nucleo d’aggregazione del settore bancario italiano.  La nostra raccomandazione sul titolo è MOLTO INTERESSANTE, con target price a 6,30 euro, grazie all’ottima posizione di capitale, alla previsione di ricavi stabili e di costo del rischio in calo.

BPER1.jpgIn Borsa il titolo è oggi scambiato a 4,12 euro. La barriera dell’Exanino è fissata a  2,385 euro: per raggiungerla il titolo dovrebbe perdere più del 40%, dopo avere già registrato un ribasso del 43% dall’inizio dell’anno. Il 2016 può esser considerato l’anno nero delle banche in Europa: nello stesso periodo Credit Suisse è scesa del 40%, Deutsche Bank  ha perso il 44% e in Italia conosciamo purtroppo le performance di Unicredit (-57%), Ubi (-62%) e Banco Popolare (-77%).

 

MAXICEDOLA
Il primo motivo che rende interessante il prodotto emesso da Exane Derivatives sono le cedole. Il prossimo13 dicembre l’Exanino superbarriere staccherà una maxi cedola del 5% (50 euro per ogni certificato emesso a un valore nominale di 1.000 euro), a condizione che il giorno della rilevazione (6 dicembre 2016) il valore di Borsa di BPER non sia inferiore a 2,385 euro (-40% rispetto al valore di oggi).

Dopo la maxicedola i coupon diventeranno periodici. Da gennaio in poi il prodotto staccherà una cedola mensile dello 0,5% (5 euro per ogni certificate)  a condizione che BPER alle date di rilevazione si trovi sopra la barriera, la stessa della maxicedola (2,385 euro).

Acquistando il certificate oggi, l’investitore ha la possibilità di ottenere in 12 mesi un rendimento del 10%, mettendo insieme la maxicedola di dicembre 2016 (5%) e le successive cedole di 10 mesi a partire da gennaio 2017 (0,5% x 10 = 5%). Le cedole mensili da 0,5% continueranno a correre per tutta la vita del prodotto, offrendo un rendimento potenziale annuo negli anni successivi del 6%.

Nei tre anni di vita del prodotto il rendimento totale può arrivare al 22%, che annualizzato risulta pari ad un ottimo 7,3%.

EFFETTO MEMORIA
Il secondo buon motivo che rende interessante il certificate è l’effetto memoria. La barriera dell’Exanino è interessante non solo perché è europea (ovvero durante la vita del prodotto il sottostante può anche scendere sotto la barriera, senza che il certificate perda la possibilità di pagare le cedole, in quanto l’unica data veramente importante è quella di valutazione) ma perché gode dell’effetto memoria.

Cosa significa? Se l’azione di Banca Popolare dell’Emilia Romagna dovesse trovarsi a una data di rilevazione mensile sotto la barriera, allora il certificate non distribuirà la cedola per quel mese.
Questo però non significa aver perso la possibilità di incassare la cedola. Basterà, infatti, che in qualsiasi altra data di rilevazione successiva il prezzo sia tornato sopra la barriera, perché il certificate distribuisca non solo la cedola di quel mese, ma anche tutte quelle arretrate non distribuite, recuperandole interamente.
Il prodotto ha scadenza l’11 ottobre del 2019.

RIMBORSO ANTICIPATO
Un’altra caratteristica interessante del prodotto è che dal sesto mese in poi (da aprile 2017) è “autocallable”, questo significa che può essere rimborsato in anticipo dall’emittente al prezzo di emissione pari a 1.000 euro (ovvero circa il prezzo di oggi in Borsa), dopo aver pagato tutte le cedole fino a quella data, se la quotazione di BPER sarà superiore al livello inziale fissato a 3,974 euro (non distante dal prezzo di oggi).

Con questo prodotto vale sicuramente la pena puntare sul rimborso anticipato in modo da incassare la maxicedola del 5% più un altro 2% di cedole (assicurate dall’effetto memoria) e portarsi a casa un rendimento del 7% in 6 mesi (14% annualizzato).

Clicca qui per vedere le caratteristiche del prodotto.

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email