TERNIENERGIA – Presentato nuovo piano industriale

TERNIENERGIA – Presentato nuovo piano industriale

TerniEnergia è tra i titoli sotto la lente di oggi.

Il gruppo attivo nel mercato dell’energia rinnovabile e dell’efficienza energetica, ha presentato alla comunità finanziaria l’aggiornamento del piano industriale al 2018.

Il prossimo anno viene definito dalla società come periodo di transizione verso un diverso modello basato sui servizi energetici e non più sulla produzione di energia. Prima mossa dell’anno 2017 sarà il consolidamento della nuova società in via di acquisizione, Energetic, insieme all’importante partnership con Roma Gas&Power. Quarto operatore italiano del mercato con oltre 1 miliardo di ero di fatturato.ternienergia.png

Nei prossimi due anni la società intende ridurre il rapporto l’indebitamento gearing ratio dall’1,37 al 1,09. Inoltre punta ad un +67% di crescita del fatturato tra il 2016 al 2018, con ricavi previsti a 395 milioni a regime. Le due principali componenti dei ricavi nei prossimi bilanci dovrebbero essere l’Energy management e i servizi tecnici (realizzazione di impianti conto terzi in Italia e all’estero). Quest’ultimo settore dovrebbe, nei piani del top management, generare quasi due terzi dell’Ebitda, atteso a 31 milioni di euro nel 2018.

Il bond TerniEnergia da 25 milioni di euro, in scadenza nel febbraio 2019, verrà ripagato secondo diverse modalità tra le quali anche l’emissione di nuove obbligazioni. La società non prevede di distribuire utili nel corso del 2017, ma dall’anno successivo il 50% dell’utile sarà distribuito agli azionisti.

Il management ha presentato inoltre i dati sulla terza trimestrale 2016, al 30 settembre. I ricavi sono stati in forte calo a 61,4 milioni di euro (-77,8% dal 2015), mentre gli utili sono scesi dell’86,8% a 400mila euro. I risultati in calo si spiegano con il deconsolidamento di Free Energia (vendita e sevizi energetici).

Ricordiamo che pochi giorni fa l’assemblea degli azionisti della smart energy company ha approvato l’operazione di investimento per l’acquisto del 100% delle società Softeco Sismat  e Selesoft Consulting. Corrispettivo dell’operazione sono 3 milioni di azioni proprie TerniEnergia, pari al 6,80% del capitale sociale (2 milioni a Ingefi, entro il 28 Febbraio 2018 e 1 milione a B.Soft entro il 28 Febbraio 2017) ed il pagamento di 2,3 milioni di euro.

L’ingresso delle due società nel gruppo TerniEnergia «consentirà di integrare a valle la catena del valore della filiera energetica, inserendo le nuove attività della digital energy per i business delle smart grids e delle soluzioni innovative».
Print Friendly, PDF & Email