VIDOSER – Una piattaforma per massimizzare il marketing sui social

VIDOSER – Una piattaforma per massimizzare il marketing sui social

Obiettivo di raccolta quasi raggiunto, per la campagna di equity crowdfunding avviata da Vidoser sul portale 200Crowd. La società ha ideato una piattaforma in grado di massimizzare le strategie di marketing promosse dalle aziende con i microinfluencer. L’idea è piaciuta a Friendz, leader del settore, che l’ha scelta come partner…

vidoser piccola.pngVidoser ha messo a punto un sistema che mette in comunicazione i grandi brand con i microinfluencer, ovvero persone con un discreto seguito sui social. Non si tratta quindi di grandi nomi, ma di utenti medi, desiderosi di realizzare la propria passione ricevendo in cambio un compenso.

Per ampliare il business, Vidoser ha avviato una campagna di equity crowdfunding sul portale 200Crowd, che terminerà il 5 di maggio. L’obiettivo minimo di raccolta è di 50mila euro. Siamo a 44mila euro.

Il sistema ideato da Vidoser ha due finalità. Da un lato, permette alle aziende di incontrare i microinfluencer, dall’altro consente a quest’ultimi di creare delle storie promozionali per i brand. Si tratta di video che vengono elaborati proprio attraverso la piattaforma di Vidoser.

La startup ha realizzato una videocamera proprietaria: “E’ una tecnologia avanzata che permette una migliore e più rapida creazione del video, guidando l’utente nei vari passaggi della realizzazione. Inoltre, grazie alle tecnologie di matching, il brand viene messo subito in contatto con il microinfluencer più adatto a promuoverlo”, afferma Alessandro La Rosa, ceo di Vidoser

La piattaforma è piaciuta a Friendz, la digital company che da competitor di Vidoser, agli inizi del 2019, si è trasformata in sua partner.

Friendz è un leader del settore che ha già organizzato campagne di microinfluencer con oltre 200 brand affermati a livello internazionale.
Questa alleanza permette a Vidoser di entrare in contatto con le grandi imprese che fanno parte della rete commerciale di Friendz, come Huawei, Nestlè, Procter & Gamble, Nintendo, Enel.

Il primo scoglio da superare per un’impresa emergente è proprio quello di farsi conoscere dalle grandi aziende. Grazie alla partnership con Friendz, Vidoser ha raggiunto in breve tempo questo traguardo.
Ma non è tutto. Infatti, la statup ha anche altri due partner.

VidoserTeam-Copertina.pngSi tratta di Comunicatica, gruppo con 6 società partner e più di 20 startup partecipate presente in tre nazioni (Italia, Regno Unito e Albania) e Open Box, agenzia verticale di InfluencerMarketing. Inoltre, agli inizi dell’anno, ha finalizzato la partnership con Sixthcontinent, leader in Italia dei buoni acquisto. E nel corso del 2019 potranno essere conclusi altri accordi strategici.

I soldi raccolti con la campagna di equity crowdfunding saranno destinati, da una parte (40%) allo sviluppo del business, del marketing e della community. Dall’altra (60%), serviranno a rinforzare le risorse interne necessarie ad implementare la tecnologia.

Il processo ideato è semplice. Il brand che ha bisogno di avviare una campagna di microinfluencer si rivolge a Vidoser esponendo gli obiettivi che desidera raggiungere in termini di numero utenti, condivisioni e visualizzazioni. L’azienda sceglie anche su quale social network desidera siano pubblicati i video.

Sulla base di questi criteri, il sistema individua l’utente più adeguato che, come corrispettivo per il video realizzato e pubblicato sulle sue bacheche, riceverà dei buoni d’acquisto: “In media, chi utilizza la nostra campagna ha a disposizione 1000 utenti che, con i loro video, generano in media 500.000 visualizzazioni. La selezione degli utenti più adatti a promuovere quel particolare brand viene effettuata automaticamente dal sistema”, continua La Rosa.

La scelta automatica del microinfluencer è possibile grazie al continuo contatto fra gli utenti e l’applicazione. In pratica, gli utenti rimangono sempre attivi sulla piattaforma, e questo consente al sistema di delineare al meglio le loro caratteristiche per poi associarli ai brand.

Il mercato in cui opera Vidoser è in espansione. Si calcola che le grandi aziende hanno già investito,  nel 2018, oltre 1 miliardo di dollari in influencer marketing, che si prevede saliranno a 2,4 miliardi nel 2019 (fonte Mediakix).

www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email