MAPS – Verso la digital week

MAPS – Verso la digital week

Maps, società fondata nel 2002, attiva nel settore della digital transformation e qualificata come Pmi innovativa, potrebbe mettersi in luce in Borsa.

Inizia oggi per concludersi il prossimo 17 marzo la Digital Week, evento che riunisce a Milano tutto l’ecosistema dell’innovazione italiano con convegni, incontri di formazione e lancio di nuovi prodotti e servizi.

L’occasione per riportare l’attenzione sul ritardo della nostra economia nell’abbracciare fino in fondo il digitale e le nuove tecnologie.

maps.jpg

Un contesto positivo per Maps, approdata da pochi giorni in Borsa facendo segnare un nuovo record storico a 4,11 euro, quotazione più raddoppiata rispetto al prezzo di collocamento pari a 1,90 euro. Esplosivi i volumi scambiati.

Venerdì scorso, al secondo giorno di quotazione sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana (all’esordio non era riuscita a fare prezzo), ha chiuso a 2,85 euro, +50% rispetto al prezzo di collocamento iniziale.

La capitalizzazione è passata da 16 a 35 milioni circa.

Il collocamento, per il quale ci sono stati ordini 5 volti  superiori al quantitativo offerto, ha suscitato molto interesse da parte di investitori istituzionali, il 40% dei quali ha carattere internazionale.

Il flottante è pari al 26,54% del capitale.

Sul fronte bilancio, nell’ultimo quinquennio Maps ha raddoppiato i ricavi (pari a 16,7 milioni nel 2018) e decuplicato l’Ebitda (3,6 milioni nello stesso periodo).

Il mercato globale in cui opera Maps è in espansione e ha raggiunto, nel 2018 quota 1.300 miliardi di dollari. Anche le stime sul futuro sono ottimistiche. Infatti, si calcola che, entro il 2020, raggiungerà un volume di 2.100 miliardi di dollari.

www.websim.it
www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email