CERTIFICATE: subito la maxicedola (13,1%), poi un rendimento del 6% l’anno

CERTIFICATE: subito la maxicedola (13,1%), poi un rendimento del 6% l’anno

Certificate – ll prodotto ha come sottostante iniziale l’indice Euro Stoxx 50. A partire da giugno 2019, nel secondo ciclo di vita del Crescendo Rendimento Memory a codice ISIN FREXA0015919, si va a Wall Street: i tre titoli di riferimento diventano Alibaba, Amazon, Macy’s…

Comunicazione di marketing

La frenata dell’economia mondiale c’è, ed è stata confermata anche dall’OCSE: nel 2019 il mondo crescerà del +3,3% anziché del +3,5% stimato in precedenza. Il rallentamento è più consistente nell’Eurozona, dove ci si attende una crescita del +1% anziché del +1,8%.

Più resilienti sono le economie emergenti, anche se non saranno esenti dalla frenata. Qualche giorno fa il premier cinese Li Keqiang ha affermato che il nuovo target di crescita per il 2019 è tra il 6% ed il 6,5%, rispetto al “circa il 6,5%” dello scorso anno. Per riuscire a centrare questo obiettivo, il più fiacco degli ultimi trent’anni, il governo ha varato un taglio delle tasse per quasi 300 miliardi di dollari circa.

Il rallentamento globale è in parte dovuto alla guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Recentemente Donald Trump ha dichiarato che un accordo è ormai vicino, ma poco dopo Goldman Sachs, ha scritto in un report che la portata dell’intesa potrebbe essere limitata e che resta altissima la possibilità del mantenimento di dazi, in entrambe le direzioni, su una vasta gamma di prodotti e merci. Goldman Sachs ritiene inoltre che il 27 marzo, Donald Trump e Xi Jinping si limiteranno a firmare un accordo di principio, privo di dettagli. Il documento dovrebbe essere quindi solo la base di partenza per ulteriori trattative.

L’agenda resta fitta di eventi importanti, a cominciare dai due grandi appuntamenti con le banche centrali: 7 marzo Bce, 20 marzo Fed. La volatilità potrebbe quindi tornare nelle prossime settimane, perché dopo il forte rally della prima parte dell’anno la minima sorpresa negativa potrebbe innervosire i mercati.

Chi fosse in sintonia con questo scenario può prendere in considerazione il Crescendo Rendimento Memory con maxicedola,  identificato dal codiceISIN FREXA0015919. Il prodotto ha come sottostanti l’indice Euro Stoxx 50 per i primi tre mesi sino alla maxicedola, e successivamente tre sottostanti azionari (Alibaba, Amazon, Macy’s). I livelli di riferimento dei sottostanti saranno definiti alla chiusura dell’8 marzo 2019, per cui alla chiusura di quel giorno il certificato, a parità di volatilità dei sottostanti, tratterà alla pari (1.000 euro). Un eventuale calo della volatilità potrebbe portare il prezzo leggermente al di sopra, e vice versa nello scenario opposto.

Ecco nel dettaglio i vari sottostanti:

Indice Euro Stoxx 50 [.STOXX50E] è l’indice azionario delle principali aziende dell’Eurozona e comprende una rappresentazione dei principali settori industriali dell’area. È composto da 50 titoli e la lista viene rivista annualmente nel mese di settembre.

Alibaba 
[BABA.K] ha recente avviato un accordo di collaborazione con la statunitense Office Depot per una piattaforma B2B, aprendo al colosso cinese l’accesso a 10 milioni di potenziali aziende clienti interessate a comprare e vendere beni e servizi. Il nuovo segmento potrebbe dar luogo ad un giro d’affare pari a sei volte l’attuale segmento retail. Ad oggi Alibaba genera solo il 24% dei ricavi fuori dalla Cina, e l’accordo, tanto voluto dall’ex AD Jack Ma, serve proprio a controbilanciare questa concentrazione geografica del giro d’affari, e compiere un importante passo verso l’obbiettivo di raggiungere il 50% del fatturato fuori dalla Cina entro il 2025.

Amazon
 [AMZN.O] ha in programma di aprire una serie di negozi fisici negli Stati Uniti. L’annuncio ha lasciato di stucco gli analisti finanziari, che non vedono di buon occhio un ritorno al vecchio modello di business della distribuzione al dettaglio. Dopo anni di guerra dei prezzi i margini in questo settore sono molto ridotti e non sarà facile per il colosso di Seattle avere successo in questo segmento.

Macy’s 
[M.N] ha recentemente diffuso le previsioni sul 2019. La società si attende un fatturato stabile. A contribuire positivamente sull’utile sarà un piano di taglio costi che dovrebbe portare ad un risparmio di circa 100 milioni di dollari all’anno. Sul fronte vendite la società punta ad ampliare la gamma di prodotti offerti, già raddoppiata durante lo scorso anno.

Ecco nel dettaglio le caratteristiche del certificato durante la sua vita ed alla scadenza (ultima data di osservazione 8 marzo 2022):

Maxicedola iniziale.

Se alla data del 5 giugno 2019 il prezzo dell’indice Euro Stoxx 50 sarà superiore o uguale al 60% del valore di riferimento iniziale, allora il certificato pagherà una maxicedola del 13,1%, cioè 131 euro a certificato.
A partire dal quarto mese di vita il certificato cambia i sottostanti, “agganciandosi” ai tre titoli descritti sopra, Alibaba, Amazon, Macy’s. 

Cedole Mensili condizionate dello 0,5% (fino al 6% l’anno) con Effetto Memoria (a partire dall’8 luglio 2019)
.
Per l’erogazione della cedola è necessario che il prezzo di chiusura di tutti i sottostanti sia maggiore o uguale al 60% del valore di Fixing iniziale, rilevato l’8 marzo 2019. Se ad una delle date di osservazione tale condizione non fosse verificata, la cedola viene messa da parte ed erogata ad una delle successive date di osservazione che rispetti la condizione richiesta.

Clausola Mensile di rimborso anticipato (a partire dal 9 settembre 2019).
Se ad una delle date di rilevazione mensili il prezzo di tutti e tre i titoli è maggiore del livello di Autocall, pari al valore di Fixing iniziale di ciascun titolo, l’investitore viene rimborsato anticipatamente. In questo caso, l’investitore riceverà 1.000 euro più la cedola mensile dello 0,5% (5 euro) e, grazie all’effetto memoria, le eventuali cedole accumulate. Qualora la condizione non sia soddisfatta, il prodotto continua.

Rimborso del capitale a scadenza

Alla data di valutazione finale, se il prezzo di tutti e tre i sottostanti è superiore o uguale al 60% del livello iniziale, l’investitore riceve 1.000 euro. In caso contrario, l’investitore riceve il valore finale del sottostante che ha registrato la performance meno buona (misurata in percentuale rispetto al suo livello iniziale). Ad esempio se il peggiore dei tre sottostanti dovesse registrare una flessione del -50% rispetto al valore di riferimento iniziale, allora il certificato verrebbe rimborsato a (100% -50%) x 1.000 euro = 500 euro. Questo implica che se il sottostante peggiore dovesse completamente azzerarsi, allora si potrebbe arrivare alla perdita della totalità del capitale investito.
Dopo la maxi cedola, il certificate può rendere il 6% l’anno.

Prima dell’adesione leggere il prospetto informativo.
Il prospetto e le informazioni chiave (KID) relative al certificate sono reperibili sul sito dell’emittente al seguente indirizzo:

https://www.exane.com/italiancertificate/produits/details/zXr_XPdkx6aLSRSA4lqFJQ

logo_exane_derivatives.gif

La presente comunicazione  non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica  –  o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

www.websim.it

Print Friendly, PDF & Email