CERTIFICATE: il Triathlon che si affida alla pazienza della FED rende il 10,8%

Comunicazione di marketing

Pictet Asset Management è moderatamente ottimista sui mercati azionari, prevedendo per il 2019 una moderata crescita dei corsi ad una cifra percentuale.

Il processo di riduzione del bilancio da parte della Fed dovrebbe proseguire, ma probabilmente a ritmi più lenti rispetto a quanto atteso dai mercati nell’autunno dello scorso anno. Il concetto di “pazienza” espresso da Jerome Powell nel corso dell’ultima riunione del 30 gennaio, lascia intendere che il ritmo di drenaggio della liquidità, a 50 miliardi al mese, potrebbe essere ridotto. Nell’ipotesi che il punto di arrivo del bilancio della banca centrale sia 3.500 miliardi di dollari, 400 in più degli attuali, si dovrebbe arrivare all’obbiettivo verso la fine del 2019 o, al più, all’inizio del 2020 a seconda del tasso di riduzione che verrà adottato. Questo avrebbe sì un effetto negativo sull’azionario, ma le attese per il 2019 di una crescita degli utili del 7% (già ridotte rispetto alle stime del +11% dell’autunno scorso), dovrebbero sostenere i listini.

Pictet ha calcolato un livello obiettivo di PE (rapporto prezzo/utili) sull’indice S&P500 nell’area 15,5/16,0 volte, cioè circa sui livelli attuali.

In armonia con questo scenario di moderato ottimismo, Exane propone un certificato, Crescendo Rendimento Triathlon (codice ISIN FREXA0011983), con questi tre sottostanti: Adidas [ADSGn.DE] (settore abbigliamento), ArcelorMittal [MT.AS] (materie prime), Telecom Italia [TLIT.MI] (telecomunicazioni). Il valore iniziale dei sottostanti ed i relativi livelli di riferimento sono indicati nella tabella seguente:
94Tabella.png

Adidas: è un colosso globale dell’industria dell’abbigliamento sportivo con 40 miliardi di euro di capitalizzazione. Genera circa il 30% del fatturato in Europa, il 20% in Nord America e 20% circa in Cina. La media degli analisti censiti da Bloomberg si esprime così: 58% Buy, 34% Neutral, 8% Sell, prezzo obbiettivo 220 euro. Come si vede dal grafico sotto dal 2015 il titolo vive un forte trend rialzista, la cui trendline passa oggi in area 160 euro.
94adidas.png
Grafico fonte Reuters

ArcelorMittal: player globale nel dell’acciaio, capitalizza circa 20 miliardi di euro. Realizza circa metà del fatturato in Europa, ed il 25% circa in Nord America. La media degli analisti censiti da Bloomberg si esprime così: 71% Buy, 29% Neutral, nessuno dice di vendere. Il prezzo obbiettivo è 27,5 euro. Come si vede dal grafico sotto il titolo oscilla da oltre due anni tra 31 e 17 euro.
94arcelor.png
Grafico fonte Reuters

Telecom Italia: prima società italiana nel settore delle telecomunicazioni, ha una capitalizzazione di mercato di 10 miliardi di euro. Genera il 77% del fatturato in Italia. La media degli analisti censiti da Bloomberg si esprime così: 47% Buy, 30% Neutral, 23% Sell, prezzo obbiettivo medio a 0,64 euro. Come si vede dal grafico il titolo tratta poco sopra i minimi di sempre, segnati nel 1997 e nel 2013 in area 0,45 euro e ritoccati quest’anno a 0,433 euro.
94tlit.png
Grafico fonte Reuters

La peculiarità di questo prodotto è l’effetto Triathlon, in base al quale la cedola condizionale è suddivisa in tre parti. Per l’erogazione del premio, non è più necessario che tutti e tre i titoli siano maggiori o uguali alla barriera, bensì la condizione viene verificata titolo per titolo. Questo meccanismo aumenta di molto le possibilità di ottenere almeno una parte della cedola (vedere illustrazione sotto). Questo prodotto offre una cedola condizionata mensile dello 0,30% per ogni sottostante sopra la barriera, fino ad un massimo dello 0,90% al mese e del 10,8% all’anno.
94cedole.PNG
Fonte Exane Finance

L’emittente del certificato è Exane Finance ed il garante è Exane Derivatives (Moody’s Baa2; S&P BBB+).

Il prodotto è stato emesso l’13 luglio 2018 su SeDeX, la scadenza è il 26 luglio 2021. La cedola mensile condizionata può arrivare sino a 9 euro, pari ad un ritorno cedolare annuo fino al 10,8%. La barriera è di tipo europeo, cioè viene rilevata solo a scadenza ed è posta al 65% dei livelli iniziali.

Cedole Mensili condizionate con meccanismo Triathlon
Ogni mese l’investitore riceve una cedola condizionale che varia in funzione del prezzo di ciascuno dei tre sottostanti rispetto al loro valore iniziale. Alla data di verifica mensile se il titolo ha un prezzo di chiusura maggiore o uguale al 65% del valore di fixing iniziale, allora dà il diritto ad un “pezzo” della cedola mensile pari allo 0,30% per ciascun sottostante. Il coupon mensile può arrivare sino al 0,90%, per un totale annuo del 10,8%.

Condizione mensile di rimborso anticipato (a partire dal 10 gennaio 2019).
Se ad una delle date di rilevazione mensile, il prezzo di tutti e tre i titoli è maggiore o uguale al 100% del rispettivo livello iniziale, l’investitore viene rimborsato anticipatamente al 100% del valore nominale del sottostante, più le cedole condizionali ed il certificato viene ritirato.

Rimborso del capitale a scadenza

A scadenza, se il prezzo di tutti e tre i sottostanti all’ultima data di rilevazione (12 luglio 2021) è maggiore o uguale al 65% del livello iniziale, l’investitore riceve 1.000 euro. In caso contrario, cioè se uno dei tre sottostanti chiude sotto al 65% del valore iniziale di riferimento, l’investitore registra una perdita significativa di capitale, pari alla performance del peggiore dei tre sottostanti. Ad esempio se il sottostante con performance peggiore fosse Adidas, con prezzo di chiusura a 118,4 euro (pari al 64% del valore iniziale), allora l’investitore riceve il 64% del valore nominale del certificato ovvero 640 euro. Questo scenario implica che si potrebbe anche arrivare alla perdita della totalità del capitale investito.

Prima dell’adesione leggere il prospetto informativo.
Il prospetto e le informazioni chiave (KID) relative al certificate sono reperibili sul sito dell’emittente al seguente indirizzo:

https://www.exane.com/italiancertificate/produits/details/sl1guwoI8CmRLG0Yjr519A

Guarda il video

logo_exane_derivatives.gif

La presente comunicazione  non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica  –  o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

www.websim.it

Print Friendly, PDF & Email