TINEXTA – La strategia passa dall’espansione europea. L’intervista all’a.d.

TINEXTA – La strategia passa dall’espansione europea. L’intervista all’a.d.

Identità digitale, digitalizzazione, consulenza per accedere al credito, espansione commerciale: sono alcuni dei servizi offerti da Tinexta, gruppo italiano quotato in Borsa che punta forte sull’innovazione. In particolare, la società sviluppa soluzioni mirate per una serie di soggetti, dalle grandi imprese ai professionisti, dagli artigiani fino alla Pubblica Amministrazione. L’obiettivo è portare l’Italia e l’Europa nel futuro. Il 2018 si è chiuso con una netta crescita: secondo i dati preconsuntivi, i ricavi sono pari a circa 238 milioni di euro (+31% sull’anno precedente). Mentre l’Ebitda è aumentato del 55% a circa 63 milioni. Websim ha intervistato Pier Andrea Chevallard (in foto), amministratore delegato del gruppo.

Tinexta Chevallard.jpgCome valuta la crescita evidenziata dai risultati preconsuntivi del 2018?

Il mio giudizio è fortemente positivo. I numeri hanno superato anche le nostre attese che erano già molto ambiziose. C’è un dato particolarmente importante: tutte le business unit, a velocità diverse, sono cresciute. Malgrado il contesto economico non sia stato dei migliori, hanno dimostrato la capacità di affermarsi sul mercato.

C’è stata una business unit che vi ha dato più soddisfazione delle altre?

È difficile dirlo perché, in modo diverso, hanno tutte apportato un contributo importante. Le attività di Digital Trust hanno dato molta soddisfazione su due fronti: la crescita organica è aumentata a doppia cifra per diversi anni di fila e nel 2018 ci sono anche state le prime acquisizioni all’estero, che hanno già rivelato una capacità di creare valore sorprendente. Penso alla società spagnola Camerfirma, la quale ha ottenuto risultati brillanti in otto mesi di consolidamento. Per quanto riguarda il Credit Information & Management, un settore dove le pressioni competitive sono molto marcate, ha dimostrato una notevole capacità di reazione. Se confrontiamo i numeri del 2018 con quelli del 2017, al netto della partita straordinaria relativa all’Agenzia delle Entrate, la unit è cresciuta sia in termini di marginalità che di ricavi. E anche la BU che offre consulenza di Innovation & Marketing ha fatto un salto di qualità nonché quantità.

Come si svilupperà la strategia di fusioni e acquisizioni nel 2019?

Sarà focalizzata su due linee principali. Puntiamo soprattutto a crescere all’estero nel Digital Trust per consolidare la nostra leadership e stiamo già seguendo una serie di target. Espandersi a livello europeo è un obiettivo prioritario e stimiamo di chiudere alcune operazioni M&A nel corso dell’anno. In Italia, invece, la strategia è finalizzata all’ampliamento dell’offerta di servizi integrati e specializzati, in particolare verso le piccole e medie imprese.

Quali sono i principali mercati esteri ad attirare la vostra attenzione?

Sicuramente Francia e Germania, ma ciò non vuol dire che faremo in questi Paesi le prime acquisizioni del 2019. In particolare, il gruppo punta a espandersi sul mercato francese tramite la joint venture lussemburghese LuxTrust. In Germania monitoriamo la situazione in caso si presentasse un’opportunità. Tuttavia non trascuriamo né la penisola iberica né i Paesi nordici. Nell’arco del prossimo triennio Tinexta mira a diventare un affermato player europeo.

Quale futuro vede per il mercato di riferimento in Europa?

Le prospettive sono buone. Parliamo di un settore in cui l’offerta genera la domanda (come spesso accade nei servizi) soprattutto nel Digital Trust. Un punto importante sarà rendere consapevoli una serie di large corporate europee delle opportunità offerte dall’identità digitale, la quale rende i processi aziendali più sicuri e semplici. Per quanto concerne l’Italia, l’attuale fase recessiva non incide direttamente sul business di Tinexta.

Quanto sono ambiziose le previsioni sulla crescita del gruppo nei prossimi anni?

Nel 2019 stimiamo ricavi per oltre 250 milioni, che diventeranno più di 290 milioni nel 2021. E parliamo solo di crescita organica, ovvero a perimetro costante. Numeri importanti, ma il gruppo ha fiducia nella propria strategia.

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email