NOTORIOUS – Arriva Cinemas per lanciare la sfida a U.C.I. e The Space. L’approfondimento di Websim

NOTORIOUS – Arriva Cinemas per lanciare la sfida a U.C.I. e The Space. L’approfondimento di Websim

Si va da Richard says goodbye, drama con Johnny Depp, a Scary stories, horror-gothic prodotto da Guillermo Del Toro, fino al gran ritorno di Sylvester Stallone con Rambo V. Sono alcuni dei film che nel 2019 verranno distribuiti dalla casa cinematografica Notorious Pictures. Ma la vera novità di quest’anno si chiama Notorious Cinemas, società costituita il 9 gennaio scorso e controllata al 100%, che si occuperà della gestione di multisala.

Notorious Cinema piccolissima.jpgParliamo di un mercato che, nel 2018, ha staccato biglietti a oltre 85 milioni di spettatori in Italia. Un calo rispetto ai 92 milioni del 2017 ma, secondo Cinetel, nel 2019 il dato è previsto in aumento a 95 milioni.

E il primo cinema a marchio Notorious è quasi pronto. Si parte a marzo con i 10 schermi presenti al Centro Commerciale Sarca di Sesto San Giovanni (Milano). “I piani della società si propongono come obiettivo la gestione di circa 20 multiplex in 5 anni e circa 5 milioni di spettatori nel 2023”, ha dichiarato Guglielmo Marchetti, presidente e amministratore delegato di Notorious Pictures e presidente di Notorious Cinemas. E l’obiettivo di fondo è quello di diventare il terzo polo italiano dopo U.C.I. Cinemas e The Space che rappresentano circa il 40% del mercato.

Per centrare i propri target, la società punta innanzitutto sul fattore umano. Per la carica di amministratore delegato, Notorious ha chiamato Andrea Stratta, che per circa 20 anni è stato alla guida di U.C.I. rendendola la prima rete di multisala del Paese. Il manager ha già impostato una strategia snella: i cinema non diventano di proprietà del gruppo (richiederebbe un forte impegno di capitali), ma vengono firmati dei contratti di affitto o di locazione i cui costi sono in calo rispetto agli anni precedenti. “Avremo non solo grandi multisala in centri commerciali, ma anche cinema più piccoli presenti nei centri storici”, sottolinea Stratta.

Notorious Cinemas punta a privilegiare la qualità rispetto alla quantità, e in quest’ottica sarà preferibile avere delle sale con meno posti a sedere ma più confortevoli. E l’esperienza del consumatore deve passare anche dai servizi Food&Beverage, che non si devono limitare solo ai classici come i pop-corn e le patatine. Il menu dovrà quindi avere un’ampia scelta (pizza, hamburger, panini, frozen yogurt).

A dare una mano al settore, sia alle case cinematografiche che ai gestori di sale, c’è inoltre la legge Franceschini che prevede diverse forme di incentivi come il Tax Credit.

Riusciranno i multisala a reggere all’urto dell’universo on-demand? Se guardiamo al mercato Usa-Canada, dove l’affermazione di piattaforme come Netflix e Amazon Prime è netta, non ci sono ripercussioni sul Box Office: nel 2018 gli incassi hanno sfiorato la cifra record di 12 miliardi di dollari.

Ma torniamo in Italia. Facendo un focus sul primo semestre 2018 della capogruppo Notorious Pictures, i numeri parlano chiaro: ricavi a 21,3 milioni di euro (+133% sullo stesso periodo 2017) e utile netto a 3 milioni (+160% sull’anno precedente). Ripetere questi risultati non è impresa semplice, ma nemmeno impossibile. Il gruppo, per continuare a crescere, ha quindi deciso di andare oltre le attività svolte finora (distribuzione, produzione esecutiva, commercializzazione prodotti televisivi) e sbarcare anche nel mercato delle serie Tv. Un segmento in sviluppo come dimostra l’acquisto della maggioranza di Palomar, produttrice del Commissario Montalbano, da parte della francese Mediawan.

E su questo fronte, il 21 gennaio, Notorious Pictures ha firmato un contratto da 7 milioni di dollari per la produzione di 10 serie web con il gruppo statunitense AMBI Distribution. Tra i titoli da realizzare ci sono 2047, All Roads lead to Rome e Black Butterfly.

www.websim.it
www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email