MASI AGRICOLA – Parla anche cinese: lanciato il profilo WeChat

MASI AGRICOLA – Parla anche cinese: lanciato il profilo WeChat

Masi Agricola, leader nella produzione di vini pregiati, sotto i riflettori. La società ha iniziato a parlare cinese lanciando il suo profilo ufficiale su WeChat, l’app di messaggistica più diffusa in Asia. Grazie a questa iniziativa, Masi potrà raggiungere fino a un miliardo di utenti al fine di fare attività di marketing e creare una “community” per interagire direttamente con i consumatori cinesi.

“Al momento, la Cina è il quinto importatore di vino al mondo in termini di volume, il quarto in termini di valore e il consumo pro-capite è in costante aumento. L’Italia ha saputo progressivamente incrementare la propria presenza sul mercato, è ben lontana, però, dall’avere quella posizione di leadership che le spetterebbe. Il vino italiano ha bisogno di presentarsi in modo unitario e di comunicarsi, come hanno fatto i francesi creando una forte immagine di eccellenza che gli assicura oggi un primato invidiabile”, commenta Sandro Boscaini, presidente di Masi.

Il gruppo è stato il primo produttore di Amarone ad approdare nel Paese asiatico, penetrando soprattutto, grazie a vini come il Costasera e il Campofiorin, nelle grandi città come Pechino, Shanghai, Hong Kong e Shenzen.

Secondo la società di consulenza Fleishman Hillard, inoltre, Masi è per il quinto anno consecutivo considerata tra le aziende vinicole più efficaci sui social network. Il profilo WeChat è l’ultimo tassello di una strategia di comunicazione già consolidata.

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email