LVENTURE – ANALISI FONDAMENTALE

LVENTURE – ANALISI FONDAMENTALE

LVenture Group è una holding di partecipazioni che opera nel settore del Venture Capital, ovvero si occupa di finanziare startup ad alto potenziale di sviluppo.

In particolare, la società è focalizzata sulle aziende digitali innovative, con possibilità di crescita anche a livello globale, che si trovano nel primo stadio del loro sviluppo.

Il gruppo è quotato sul segmento MTA di Borsa Italiana.

Asset ed azionariato 

L’azionista di maggioranza è LV.EN. Holding, che detiene il 32% delle partecipazioni. Il portfolio al 30 settembre 2018 comprende 70 startup (in crescita rispetto alle 54 presenti al 31 dicembre 2017)

Strategia di investimento 

Il modello di business prevede sia programmi di accelerazione per startup (volti a fornire alle stesse il supporto necessario per entrare e consolidarsi nel mercato di riferimento), sia l’acquisto di partecipazioni nelle aziende innovative. Gli introiti vengono conseguiti grazie alle plusvalenze derivanti dall’uscita delle startup in portafoglio.

L’accelerazione delle startup avviene tramite il progetto chiamato Micro Seed, che prevede, da parte di LVenture, un investimento pari a 80mila euro.

Per essere ammesse, le startup  partecipano al programma di Luiss Enlabs “La fabbrica delle startup”, che seleziona quelle più promettenti.

La selezione viene eseguita con un approccio strategico, volto a minimizzare il rischio dell’investimento e a massimizzare le possibilità di successo.

LVenture segue le starup in modo efficace e proattivo, mettendo loro a disposizione un team di specialisti e varie figure professionali esperte nei mercati.

In cambio dell’investimento effettuato, LVenture riceve il 9% sotto forma di Strumenti Finanziari Partecipativi (SFP) delle startup.

L’altra attività della società si chiama SEED, e prevede un investimento, fino a 250mila euro, in quote di minoranza delle startup uscite con successo dal programma di accelerazione, oppure di quelle che presentano il maggior potenziale di crescita.

Il mercato principale rimane quello italiano, anche se la società sta preparando un’espansione all’estero attraverso l’offerta dei servizi alle startup straniere.

Ultimi risultati di bilancio 

La società, nel terzo trimestre 2018, ha conseguito ricavi pari a 2,3 milioni di euro, in crescita del 40% su base annua (erano 1,7 milioni nel terzo trimestre del 2017). Gli investimenti del periodo ammontano a 1,7 milioni di euro.

Newsflow recente

Fra le ultime notizie sulle società spicca la partnership commerciale conclusa a dicembre con Cariplo Factory, operatore controllato dalla Fondazione Cariplo e specializzato nello sviluppo di progetti “open innovation” a favore delle startup. L’accordo prevede l’erogazione di servizi a favore di terzi nell’ambito della consulenza per l’accelerazione del business.

Un altro contratto fondamentale è quello concluso con Facebook, per ospitare alla Stazione Termini il nuovo spazio del colosso statunitense chiamato ‘Binario F’, e dedicato allo sviluppo delle competenze digitali.

Sul fronte cessioni, ha siglato un contratto preliminare per la parziale vendita della propria partecipazione in Qurami, la start up ideatrice dell’App che permette di risparmiare tempo nelle file agli sportelli.

Un’altra cessione è stata quella della partecipazione in Voverc, startup che ha ideato una soluzione per il centralino in cloud.

Rating analisti

Il titolo è coperto da Banca Finnat, che ha assegnato la raccomandazione Buy con target price a 0,8 euro. L’upside (potenziale di crescita) rispetto all’attuale quotazione di Borsa è pari a circa il 31%.

Il broker prevede, per il 2019, ricavi pari a 4,1 milioni di euro, e 4,5 milioni nel 2020. In rialzo anche l’utile netto, che nel 2019 dovrebbe portarsi a 1,6 milioni di euro e a 3,7 milioni nel 2020.

lventure banca finnat.PNG
www.websim.it
www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email