YOAGENTS – La rete commerciale on demand ha già raccolto oltre 130 mila euro

YOAGENTS – La rete commerciale on demand ha già raccolto oltre 130 mila euro

La società ha lanciato una campagna di equity crowdfunding con 200 crowd

 

YoAgents è la rete di vendita 2.0. Una piattaforma digitale che mette in contatto le aziende con gli agenti commerciali, chiamati dalla Pmi milanese “ambasciatori digitali”, i quali si prodigano per proporre convenzioni con i target richiesti: dai bari ai ristoranti, dagli hotel ai centri estetici.

Yoagents La-rete-di-Ambassador-che-promuove-il-tuo-business1.jpg“Il progetto nasce dall’esperienza del fondatore, Edmondo Sparano, Chief Digital Officer dell’incubatore Digital Magics. È stato lui a capire che, per i servizi innovativi, il problema più diffuso non è avere un buon prodotto ma crescere velocemente a livello commerciale”, racconta l’amministratore delegato, Pierluigi Casolari. Che prosegue: “YoAgents fornisce una rete di agenti on demand. È una piattaforma utile per aziende che vogliono far crescere la customer base, ma hanno poche risorse per creare una rete interna”.

I clienti della piattaforma sono startup e Pmi innovative, che possono monitorare lo sviluppo delle campagne commerciali tramite l’app e la dashboard. Ma veniamo ai numeri: più di 100 aziende che si affidano al portale, oltre 3 mila agenti registrati, mille convenzioni chiuse negli ultimi 12 mesi. “La partnership con YoAgents ci ha permesso di aumentare le acquisizioni del 20%”, commenta Damiano Rossi, co-fondatore di Fitprime, società che permette abbonamenti flessibili a una rete di palestre.

E per puntare ancora più in alto, la Pmi guidata da Casolari ha lanciato una campagna di equity crowdfundig tramite il portale 200crowd. La raccolta ha superato la soglia minima e, a più di due settimane dalla chiusura, è arrivata a 131 mila euro.

Sono due le priorità sulle quali verrà investito il finanziamento ottenuto: “L’80% dei fondi sarà rivolto alle risorse umane – racconta l’amministratore delegato – Puntiamo a fidelizzare i venditori attraverso un sistema di bonus o rimborsi, e assumeremo un direttore agenti per portare l’esperienza delle reti di vendita tradizionali in YoAgents. Vogliamo creare un mix tra mondo digitale e competenze classiche. La restante parte delle risorse verrà dirottata sull’ulteriore sviluppo della nostra piattaforma”.

Come funziona il business model? Il fatturato è generato per il 90% dalle convenzioni prodotte dagli agenti, mentre il restante 10% da costi di programmazione, formazione e gestione della rete. Novità rilevante: la Pmi propone ai clienti un budget prepagato. “Faccio un esempio: Justeat, che è nostro cliente, può comprare un pacchetto di 50 convenzioni. Una volta acquistato, i venditori si impegnano a stipulare 50 accordi”, spiega Casolari.

Secondo i dati riportati da 200crowd, in Italia ci sono 400 mila agenti di commercio, di cui la metà sono pluri-mandatari. E il valore di affari del settore è superiore ai 10 miliardi di euro annui. “Noi però offriamo un mix unico rispetto ai concorrenti – sottolinea l’amministratore delegato – Abbiamo la specificità del call center sull’azione di lead generation, ma sfruttiamo le logiche delle reti commerciali che operano sul territorio. I nostri agenti vanno di persona a parlare con i titolari delle attività a cui raccontano i vari servizi”.

Grazie a queste fondamenta, YoAgent punta a un fatturato di circa un milione di euro nel 2019, per poi raddoppiare il risultato nel 2020.

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email