AUTO SPORTIVE – Anche la Borsa le adora, lo si vede dai multipli

Il certificate a codice ISIN FREXA0012254 ha come sottostanti Ferrari e Porsche Automobil, la holding che controlla indirettamente il marchio Porsche. Rendimento potenziale 5,52%, barriera al 50%…

Comunicazione di marketing

Per il settore auto europeo, ottobre è stato un mese pesante, -7% l’indice di settore, dati negativi sulle immatricolazioni di settembre.

La flessione è dovuta anche ad un’anticipazione degli acquisti, in vista dell’entrata in vigore dei dazi tra USA e Cina, e delle nuove norme anti inquinamento in Europa.

Dai top dell’anno l’indice di settore europeo ha perso circa il 28%.

Più resiliente è stato il settore delle auto di lusso che sta vivendo un ottimo momento, tale da indurre molte società ad imboccare la via del mercato azionario.

FCA ha fatto da apripista nell’ottobre 2015, scorporando e portando sul listino Ferrari [RACE.MI]. Ad inizio ottobre di quest’anno si è quotato anche il marchio Aston Martin, il preferito di James Bond, che ad oggi ha una capitalizzazione di quasi quattro miliardi di euro.
Anche Porsche AutomobilHolding [PSHG_p.DE], la holding che controlla il 52,2% del gruppo VolksWagen [VOWG_p.DE], che a sua volta possiede tutti i marchi del gruppo, come Audi, Skoda, Seat e Lamborghini, sta pensando di scorporare uno dei suoi gioielli, il marchio Porsche.

Queste operazioni (IPO) mirano a valorizzare i marchi di lusso, in quanto sul mercato vengono valutati a multipli molto elevati (P/E tra le 20 e le 30 volte), parecchio sopra la media dei costruttori automotive: P/E tra le 5 e le 10 volte
Tale differenza è giustificata sia dalle forti prospettive di crescita dei  marchi delle auto sportive, sia dalla bassa volatilità delle vendite: quelli che comprano queste macchine sono spesso ultra milionari poco influenzati dai cicli dell’economia.
Lo scorporo dei marchi di lusso permette quindi alle grandi case automobilistiche di estrarre valore.

***

Il certificate a codice ISIN FREXA0012254, ha come sottostanti  Ferrari e Porsche Automobil Holding: quest’ultima controlla una vasta gamma di attività nel segmento automotive. Il marchio Porsche, da solo, genera un contributo fondamentale all’utile operativo della capogruppo, circa un quarto, per cui, ha una grande influenza sulle valutazioni e sulle quotazioni.  Gli analisti valutano Porsche circa 35-40 miliardi di euro, ma di recente, il direttore finanziario ha detto che in caso di IPO si punterà ad una valutazione nell’ordine dei 65 miliardi di euro.

L’emittente è Exane Finance ed il garante è Exane Derivatives (Moody’s Baa2; S&P BBB+).

Il prodotto è stato emesso il 27 luglio 2018 su EuroTLX, la scadenza è l’8 agosto 2022. La cedola mensile condizionata con effetto memoria è pari a 4,6 euro, pari ad un ritorno cedolare annuo del 5,52%. Valore iniziale dei sottostanti: 111,9 euro per Ferrari e 55,92 euro per Porsche.

La barriera è di tipo europeo, cioè viene rilevata solo a scadenza ed è posta il 50% sotto i livelli iniziali.

Cedole Mensili condizionate allo 0,46% con Effetto Memoria
Ogni mese l’investitore riceve una cedola dello 0,46% (4,6 euro) con Effetto Memoria, cioè qualora la condizione per l’erogazione della cedola non fosse soddisfatta, la cedola resta nel cassetto pronta per essere eventualmente distribuita alla successiva data di rilevazione in cui viene soddisfatta la condizione, cioè che entrambi i sottostanti mostrino un prezzo di chiusura superiore alla barriera (al 50%) alle date di rilevazione.

Clausola Trimestrale di rimborso anticipato (a partire dal 25 gennaio 2019).
Se il prezzo di entrambi i titoli è maggiore o uguale al rispettivo livello iniziale ad una delle date di rilevazione trimestrale (a partire dal 25 gennaio 2019), l’investitore viene rimborsato anticipatamente. In questo caso, l’investitore riceverà 1.000 euro più la cedola dello 0,46% (4,6 euro) e, grazie all’effetto memoria, le eventuali cedole condizionate non ottenute alle precedenti date di osservazione. Qualora la condizione non sia soddisfatta, il prodotto continua.

Rimborso del capitale a scadenza

A scadenza, se il prezzo di entrambi i sottostanti è superiore o uguale al 50% del livello iniziale, l’investitore riceve 1.000 euro. In caso contrario, l’investitore registra una perdita significativa di capitale: il rimborso finale sarà inferiore a 500 EUR. In questo caso, l’investitore riceve il valore finale del sottostante (in percentuale rispetto al suo livello iniziale e moltiplicato per 1.000 euro).

In questo scenario il certificate replica perfettamente la performance del peggiore dei due sottostanti, questo implica che si potrebbe arrivare alla perdita della totalità del capitale investito.

Prima dell’adesione leggere il prospetto informativo.
Il prospetto e le informazioni chiave (KID) relative al certificate sono reperibili sul sito dell’emittente al seguente indirizzo: clicca qui

Guarda il video

logo_exane_derivatives.gif

La presente comunicazione  non integra in alcun modo consulenza – nemmeno generica  –  o ricerca in materia di investimenti, non è stata preparata conformemente ai requisiti giuridici volti a promuovere l’indipendenza della ricerca in materia di investimenti e non è soggetta ad alcun divieto che proibisca le negoziazioni prima della diffusione della ricerca in materia di investimenti.

www.websim.it

www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email