Borse della Cina in rialzo, sulle attese di stimoli ed aiuti all’economia

Borse della Cina in rialzo, sulle attese di stimoli ed aiuti all’economia

Hong Kong +2%, Indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen +2%…

Le Borse della Cina sono in rialzo dopo le anticipazioni sull’arrivo di nuove misure di sostegno all’economia arrivate ieri dalle autorità politiche di Pechino. Hong Kong +1,5%, Indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen +0,6%.

Nel comunicato diffuso al termine della riunione presieduta da Xi Jinping, il Politburo del partito comunista ha segnalato che le condizioni macroeconomiche sono peggiorate, per cui c’è bisogno di intervenire con nuovi strumenti.

In più, c’è l’ultima dichiarazione del capo dei consiglieri economici della Casa Bianca, Larry Kudlow: “è possibile che nuovi dazi sulla Cina siano evitati, ha detto nel corso di un’intervista alla televisione.
Borse della Cina

Qualche sollievo arriva anche dal dato sull’attività dell’industria manifatturiera diffuso stanotte: l’indice PMI elaborato da Caixin è salito in ottobre a 50,1 da 50 di settembre, leggermente meglio del previsto. L’incremento contrasta con un’analoga rilevazione condotta dall’ufficio centrale di statistica, diffusa ieri notte.

La stessa Caixin ha diffuso i propri indicatori previsionali relativi alle principali economie dell’area Asia Pacifico, nella maggior parte dei casi sono sotto le attese o segnalano un rallentamento dell’espansione economica.

Lo yuan si sta rafforzando lievemente a 6,96 su dollaro, ma siamo sempre in prossimità dei minimi di periodo.

La Borsa del Giappone si avvia a chiudere in ribasso: Nikkei -1,1%. In lieve rialzo Seoul.

Wall Street ha chiuso ottobre in rally, recuperando una parte delle pesanti perdite accumulate nella prima parte del mese. Dow Jones +1% (-5,1% in ottobre), S&P500 +1,1% (-6,9% in ottobre, peggior mese degli ultimi sette anni). Nasdaq +2% (-9,2% in ottobre).

Facebook ha chiuso in rialzo del 3,8%, all’indomani delle comunicazioni del trimestre, inizialmente valutate negativamente dal mercato. eBay +6%.

La sterlina ha invertito la rotta ed ora si apprezza a 0,778 su dollaro, sull’arrivo di indiscrezioni riguardanti un prossimo accordo tra Unione Europea e Gran Bretagna: Bloomberg riporta che il 21 novembre potrebbe essere il giorno della firma dell’intesa su Brexit.

L’euro rimbalza, dai minimi dell’ultimo anno toccati ieri, stamattina il cross su dollaro sale dello 0,4% a 1,134.

Petrolio mai così basso negli ultimi due mesi circa, stamattina il Brent tratta a 74,4 dollari il barile, in calo dell’1,4%.

Stanotte ha diffuso i dati del trimestre Tenaris, l’utile netto si è attestato a 247 milioni di dollari, di parecchio sopra le stime degli analisti.
L’agenda di oggi prevede:EUROPA
Gran Bretagna, Pmi manifatturiero Markit/Cips ottobre (10,30).
Grecia, Pmi manifatturiero ottobre (10,00).

USA
Nuove richieste sussidi disoccupazione settimanali, stima costo del lavoro e produttività trim3 (13,30).
Markit, Pmi manifatturiero finale ottobre (14,45).
Ordini alle costruzioni settembre e Ism Pmi manifatturiero ottobre (15,00). Dati auto ottobre.

ASIA
Cina, Pmi manifatturiero finale Caixin ottobre (2,45).
Giappone, Pmi manifatturiero finale Nikkei ottobre (1,30).

SOCIETÀ

ITALIA
Borsa, mercato After Hours chiuso.
Conference call: Tenaris (14,00).

EUROPA
Risultati 3° trimestre Credit Suisse, Royal Dutch Shell.

USA
Risultati 3° trimestre Motorola, Starbucks (4° trimestre), Apple (4° trimestre).

Print Friendly, PDF & Email