CERTIFICATE – Give Europe a chance. Maxicedola del 18%, poi coupon mensili da 0,4%

Certificate – Il prodotto targato Exane con Isin FREXA0011074 [FREXA0011074.TX], stacca una maxicedola a dicembre del 18% se l’Eurostoxx non perde il 18,5% del suo valore attuale. Da gennaio si passa a coupon mensili da 0,4% se Azimut, AcerlorMittal e Nokia non toccano le barriere (-35% dal livello iniziale) con effetto memoria. Ritiro anticipato da marzo 2019 se i sottostanti superano il livello iniziale.

“Give Europe a chance”. Morgan Stanley in un report pubblicato a inizio settimana, consiglia ai propri clienti di investire sul Vecchio Continente affermando che le prospettive appiano attraenti.

Lo strategist della banca americana Graham Secker sottolinea che, per 25 settimane consecutive si sono registrati continui deflussi di capitale dall’Europa, arrivando da inizio anno a registrare -40 miliardi di dollari di investimenti. Un livello giudicato davvero eccessivo. Al contrario l’azionario Usa ha beneficiato  di investimenti elevati. Gli analisti americani credono che la sottovalutazione dei titoli europei innesterà un rally da qui a fine anno. Da gennaio l’MSCI Europa index perde il 6% contro il +2% dei peers.

Tra i singoli settore gli analisti americani credono che il più interessante sia quello bancario “estremamente sottovalutato, nonostante vi siano diversi fattori che al contrario traineranno i conti del comparto”, prima fra tutti il rialzo dei tassi di interesse che porterà ad un aumento dei margini.
Buone indicazioni sul fronte macro con, in agosto l’Indice Pmi del settore servizi tedesco è salito a 55 punti da 54,1 di luglio. Secondo Markit, il dato indica “un robusto tasso di crescita” e consolida la sequenza di 63 mesi di espansione registrata finora.

Gli analisti sono convinti che tutta l’Europa stia prezzando eccessivamente i rischi politici, da un lato quello italiano che sembra rientrare con le rassicurazioni della Lega per una disciplina di bilancio rigida. Anche sul fronte dazi arrivano indicazioni  positive con un Donald Trump più attento ai paesi “amici” mentre si scadano le trattative con la Cina.

AccelorMittal, Nokia e Azimut, sono un paniere per rimanere diversificati in Europa sia sotto il profilo geografico che settoriale e provare a scommettere su un recupero.

Sul gruppo leader mondiale nel settore acciaio e minerari, AcerlorMittal, il consenso Bloomberg è fortemente ottimista con 22 giudizi Buy (acquistare il titolo), 4 Hold (tenerlo in portafoglio) e un solo sell (vendere il titolo. Il prezzo obiettivo medio è pari a 34,11 euro, con un titolo che quota 24,89 euro, come a dire che il rialzo potenziale è pari al 37%.

Schieramento di analisti positivi anche su Nokia, con un consensus Bloomberg che vede 17 giudizi Buy, 10 hold e due sell, con target price medio fissato a 5,37  euro.

Sul fronte Italia, Azimut, società di gestione del risparmio potrebbe amplificare l’atteso recupero della Borsa italiana eccessivamente penalizzata sui timori di un governo populista. Il principale alleato di governo, a Lega di Matteo Salvini sembra, contrariamente alle attese, essersi convertita alla disciplina di bilancio, sotto la pressione degli industriali che temevano un rialzo degli oneri finanziari legato all’allargarsi dello spread.
————————————————————————-

MESSAGGIO PUBBLICITARIO

C’è un certificate, quello a codice Isin FREXA0011074 [FREXA0011074.TX], che ha come sottostante l’indice EuroStoxx 50, ArcelorMittal, Nokia, Azimut.

Il Crescendo Maxi cedola paga un super coupon da 180 euro (dicembre 2018) se l’indice EuroStoxx 50, alle date di osservazione, è superiore all’80% del suo livello iniziale.

A partire dal 18 gennaio 2019, ogni mese l’investitore potrà una cedola dello 0,40% (EUR 4) con effetto memoria se tutti i titoli azionari sottostanti (ArcelorMittal, Nokia, Azimut) sono superiori o uguali al 65% del loro
livello iniziale. Qualora la condizione non sia soddisfatta, non sarà pagata nessuna cedola su tale periodo. L’Effetto Memoria consente di ricevere le eventuali cedole condizionate non ottenute nelle precedenti date di osservazione nel momento in cui, ad un data di constatazione mensile, si verifica la condizione per il pagamento della cedola.
EXANE1.png
Clausola Mensile di rimborso anticipato (a partire dal 18 marzo 2019)
Se tutti i titoli azionari sottostanti sono superiori o uguali al loro livello iniziale ad una data di constatazione mensile a partire dal 18 marzo 2019, l’investitore viene rimborsato anticipatamente. In questo caso, l’investitore riceverà 1.000 EUR. Qualora la condizione non sia soddisfatta, il prodotto continua.
EXANE2.png

Rimborso del capitale a scadenza.
A scadenza, se tutti i titoli azionari sottostanti sono superiori o uguali al 65% del livello iniziale, l’investitore riceve 1.000 EUR. In caso contrario, l’investitore registra una perdita significativa di capitale: il rimborso finale sarà inferiore a 650 EUR. In questo caso, l’investitore riceve il valore dell’azione sottostante che ha registrato la performance meno buona (in percentuale rispetto al suo livello iniziale moltiplicato per EUR 1.000). In questo scenario il certificate replica perfettamente la performance del sottostante, e questo implica che potrebbe comportare anche la perdita della totalità del capitale investito.

EXANE3.png

EXANE4.png

Gli investitori sono soggetti al rischio di credito di Exane Derivatives (Moody’s Baa2 ; S&P BBB+), garante del Certificato, e di Exane Finance, emittente del Certificato.

Prima dell’adesione leggere il prospetto informativo.
Il prospetto e le informazioni chiave (KID) relative al certificate sono reperibili sul sito dell’emittente cliccando qui

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email