CERTIFICATE – Il sogno elettrico è già realtà, nel mondo ed in Borsa

Certificate Exane

Il cantiere delle autostrade digitali è aperto e lavora al massimo. C’è bisogno di tutto, materie prime, apparecchiature, strumentazioni, competenze, servizi. Exane propone il Crescendo Rendimento Memory a codice Isin 0FREXA0011223…

La rivoluzione elettrica varca le frontiere e se ne infischia delle guerre commerciali: i cinesi vengono in Europa, dove sono ben accolti, gli americani vanno in Cina, sempre più aperta agli investimenti esteri, soprattutto nel settore dell’alta tecnologia.

Contemporary Amperex Technology, il primo produttore al mondo di batterie a celle per i veicoli elettrici, ha annunciato lunedì la realizzazione del suo primo impianto produttivo fuori dalla Cina. La fabbrica da 14 Gigawatt/ora sorgerà a Erfurt, nel centro della Germania, in modo da poter servire al meglio le necessità dei grandi costruttori auto tedeschi. BMW ha anticipato che nei prossimi anni farà acquisti da CTA per circa 4 miliardi di euro. Il numero uno dell’azienda cinese ha invece detto che quello di Erfurt è solo il primo passo dell’espansione in Europa.

TeslaChina.pngIl giorno dopo, a molto miglia di distanza, a Shanghai, Elon Musk firmava un accordo programmatico per realizzare un impianto di produzione da mezzo milione di auto Tesla l’anno: un obiettivo da raggiungere nel giro di due o tre anni.

Per il produttore di auto elettriche di Lusso, la Cina non è solo l’area che oggi vale il 15% del suo giro d’affari, è il mercato strategico dove è obbligatorio essere presenti, se si punta a raggiungere economie di scala planetarie.

Il mondo si sta adeguando all’arrivo della civiltà delle macchine che pensano e si muovono in modo autonomo: il cantiere delle autostrade digitali è aperto e lavora al massimo. C’è bisogno di tutto, materie prime, apparecchiature, strumentazioni, competenze, servizi. L’impennata della domanda di litio, elemento fondamentale per le batterie, ha spinto sui massimi della storia il prezzo del minerale di base. La domanda non è destinata a raffreddarsi, almeno fino alla fine dell’anno; anzi, resterà forte, come ha affermato ieri Patricio de Solminach, l’amministratore delegato della cilena SQM, tra i primi produttori al mondo di litio raffinato.

Il risparmiatore italiano interessato al tema “Batterie & Rivoluzione Elettrica” potrebbe prendere in considerazione un certificate basato su questo tema d’investimento: il Crescendo Rendimento Memory identificato dal codice Isin FREXA0011223. I sottostanti sono Glencore [GLEN.L], Eaton Corp. [ETN.N], Johnson Matthey [JMAT.L].

Tutte e tre, in ambiti diversi, si possono ritenere delle protagoniste del cambiamento di scenario in atto.

Glencore è una multinazionale quotata a Londra ma con sede in Svizzera. Il gruppo nato dalla fusione tra la vecchia Glencore ed XStrata,  è oggi attivo nella produzione, nella raffinazione e nell’intermediazione di circa 150 tipi diversi di materie prime, comprese quelle necessarie alla rivoluzione elettrica. Ai prezzi attuali, sui minimi da agosto del 2017, la capitalizzazione è circa 45 miliardi di sterline. Il -18% da inizi anno non è dovuto solo alla discesa dei prezzi delle materie prime, un elemento che penalizza tutto il settore. Alla fine del mese scorso Glencore è stata messa sotto inchiesta, con l’accusa di aver corrotto funzionari in Venezuela, Nigeria e Repubblica Democratica del Congo, da parte del Dipartimento della Giustizia degli Stati Uniti. La società ha cercato di arrestare le vendite, con un piano di riacquisto di azioni da un miliardo di dollari. Successivamente, ha mostrato di aver preso sul serio l’inchiesta che la riguarda; questa settimana è stato annunciato l’insediamento di un comitato speciale incaricato di indagare dall’interno le pratiche sulle quali sono state aperte le inchieste. Secondo quanto riportato da Reuters, le miniere di cobalto in Congo valgono circa un quarto del valore presente di Glencore.


Eaton produce strumentazione ed equipaggiamento per le reti elettriche di nuova generazione, ma anche software per gli accumulatori elettrici. Con sede a Cleveland, Ohio, l’azienda ha 96.000 dipendenti, la capitalizzazione è 34,3 miliardi di dollari. Grazie alla ripresa degli ultimi giorni, il titolo ha quasi pareggiato le perdite da inizio anno.
Il consensus si aspetta, per il secondo trimestre, un incremento dei ricavi del 6% anno su anno a 5,44 miliardi di sterline; l’Ebitda margin è atteso al 17,7%, +30 punti base rispetto ad un anno prima.
Nel triennio in corso, i ricavi dovrebbero salire da 20,94 miliardi (2017) a 22,1 miliardi (2019). L’Ebitda rettificato è atteso nel 2019 a 4,1 miliardi di euro, da 3,5 miliardi del 2017.

Johnson Matthey è un nome storico dell’industria chimica inglese, le sue origini risalgono al 1820. Oggi l’azienda con sede a Londra è soprattutto un raffinatore di metalli ed un produttore di catalizzatori. Le sue prospettive di apprezzamento del valore di Borsa sono legate all’area che produce componenti per gli accumulatori, quella su cui si indirizzano i maggiori investimenti. Alla fine di maggio, nel corso della conference call con gli analisti, il direttore finanziario ha affermato che la divisione battery materials crescerà  in modo impressionante. Il titolo guadagna da inizio anno il 14%, ai prezzi attuali la capitalizzazione è 6,8 miliardi di sterline. Il titolo tratta a 3.500 pence.
Nel triennio in corso, i ricavi dovrebbero salire da 14,12 miliardi di sterline (marzo 2017-marzo 2018) a 16 miliardi (marzo 2019). L’Ebitda rettificato è atteso a 0,81 miliardi, da 0,75 miliardi di tre anni prima.

———————————————————————-

Il Crescendo Rendimento Memory è stato emesso da Exane il 13 giugno 2018 e scambia oggi ad un prezzo indicativo di 927 euro. La durata è 36 mesi.

Ogni mese l’investitore riceve una cedola di 8 euro (0,8%) con Effetto Memoria se ogni sottostante è superiore o uguale al 65% del suo livello iniziale. Qualora la condizione non fosse soddisfatta, non sarà pagata nessuna cedola su tale periodo.
L’Effetto Memoria consente di ricevere le eventuali cedole non ottenute nelle precedenti date di osservazione nel momento in cui, ad un data di constatazione Mensile, si verifica la condizione per il pagamento della cedola.
 
Clausola Mensile di rimborso anticipato (a partire dal sesto mese)
Se ogni sottostante è superiore o uguale al suo livello iniziale ad una data di constatazione mensile (a partire dal sette dicembre 2018), l’investitore viene rimborsato anticipatamente. In questo caso, l’investitore riceve 1.000 euro più la cedola di 8 euro (0,8%) e, grazie all’effetto memoria, le eventuali cedole singole non ottenute alle precedenti date di osservazione mensile. Qualora la condizione non sia soddisfatta, il prodotto continua.

Rimborso del capitale a scadenza
A scadenza, se tutti i sottostanti sono superiori o uguali al 65% del livello iniziale, l’investitore riceve 1.000 euro. In caso contrario, l’investitore registra una perdita significativa di capitale: il rimborso finale sarà inferiore a 650 Euro. In questo caso, l’investitore riceve il valore del sottostante che ha registrato la performance meno buona (in percentuale rispetto al suo livello iniziale moltiplicato per 1.000 euro).

Vai alla pagina dello strumento.

Guarda un video 

Exane energy banner-720-90.gif
Prima di aderire leggere il Prospetto e le Informazioni Chiave
messaggio promozionale

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email