I dieci titoli da tenere d’occhio questa settimana

I dieci titoli da tenere d’occhio questa settimana

Websim propone le società che potrebbero mettersi in luce questa settimana. I dieci titoli da tenere d’occhio sono:

AZIMUT arricchisce il proprio portafoglio azioni. Timone Fiduciaria, che riunisce i soci del patto di sindacato di Azimut Holding, ha concluso un contratto di finanziamento per completare la raccolta delle risorse necessarie per rafforzare la partecipazione, pari a circa il 15%, nel gruppo di risparmio gestito. Timone potrà quindi procedere con l’operazione, con acquisti sul mercato o fuori mercato.

BUZZI UNICEM riceve un giudizio positivo. Exane ha alzato il target price a 26 euro da 25,5 euro, giudizio Outperform confermato. Per il 2018 Buzzi stima che l’Ebitda ricorrente: «possa esprimere una variazione favorevole di qualche punto percentuale rispetto all’esercizio precedente, fatte salve le incertezze legate all’andamento dei tassi di cambio».

ENEL potrebbe conseguire risultati interessanti. Endesa, la società della quale Enel detiene circa il 73%, ha l’obiettivo di costruire nuovi parchi ed impianti eolici in Spagna, per una potenza complessiva di oltre 320 megawatt. Grazie all’investimento, Enel Green Power Spagna potrà raddoppiare, nelle regioni dell’Andalusia e dell’Estremadura, la propria capacità nelle rinnovabili.

Certificate, titoli, Borsa, rendimentoENI ha distribuito un saldo dividendo di 0,40 euro per azione (0,80 euro su base annua) per uno yield del 2,4%. La società di investimento Exane ha alzato il target price a 19,50 euro da 15,0 euro. Giudizio salito a Outperform da Neutral. Titolo presente nel Portafoglio LONG Piazza Affari raccomandato da Websim.

POSTE ITALIANE potrebbe offrire buone prospettive. SIA, della quale Poste possiede una partecipazione pari al 15%, ha acquisito dalla società First Data attività per un valore di 375 milioni di euro. L’acquisizione ha per oggetto i servizi di processing, produzione carte, call center e back-office relativi alle carte di pagamento. Con queste attività First Data aveva registrato, nel 2017, circa 100 milioni di ricavi.

BANCA IFIS, l’istituto attivo nel settore della finanza alle imprese e nell’acquisto e gestione di crediti deteriorati, potrebbe offrire interessanti prospettive. La Banca d’Italia ha dato il via libera all’acquisizione, da parte della società, di una quota maggioritaria di Credifarma, il cui business è quello di sostenere le farmacie a livello finanziario. Clicca qui per approfondire

ENERTRONICA ha approvato il nuovo piano industriale che sostituisce quello comunicato in data 22 marzo 2017. L’aggiornamento si è reso necessario sia per la fuoriuscita del Gruppo dal business di vendita di energia elettrica al cliente finale che per il processo di focalizzazione nel settore industriale, avviato nel 2017. Il fatturato consolidato è previsto in crescita di circa il 18% per anno, l’Ebitda dell’8%. Per visualizzare l’articolo clicca qui

GIGLIO GROUP ha avviato una collaborazione per il lancio di una televisione commerciale (T-Commerce) su WeChat, uno dei più importanti social network cinesi che conta circa un miliardo di utenti. Grazie alla T-Commerce, i marchi delle moda italiana potranno subentrare rapidamente, e a costi contenuti, nel mercato digitale cinese. Per conoscere i dettagli clicca qui

RETELIT, uno dei principali operatori italiani di servizi e infrastrutture nel mercato delle telecomunicazioni, ha concluso con il gruppo ospedaliero San Donato un contratto per lo sviluppo di una soluzione integrata per il rinnovamento dei sistemi informatici. Il contratto ha una durata di sei anni. Clicca qui per saperne di più

SOMEC, uno dei principali operatori mondiali nell’ambito della progettazione, produzione e installazione di involucri vetrati e di aree catering per navi da crociera, ha sottoscritto due nuove commesse per un valore complessivo di 48 milioni di euro. La fine dei lavori è prevista nel 2020. Per leggere tutta la notizia clicca qui

Print Friendly, PDF & Email