Borse di Hong Kong e Tokyo in rialzo: pace commerciale tra Usa e Cina

Borse di Hong Kong e Tokyo in rialzo: pace commerciale tra Usa e Cina

Borse dell'Asia
Borse asiatiche oggi

Stamattina le Borse della Cina sono in rialzo: Hong Kong +1,2%, indice CSI300 dei listini di Shanghai e Shenzen +0,7%. Ieri  il segretario al Tesoro degli Stati Uniti ed il capo dei consiglieri economici della Casa Bianca hanno fatto il giro dei talk show televisivi per annunciare che la guerra commerciale con la Cina non ci sarà: i recenti colloqui tra Donald Trump ed il vice premier cinese sono andati bene, per cui l’amministrazione ha deciso di non procedere con il piano di sanzioni e dazi su merci e servizi cinesi.

Sale, dopo un avvio fiacco, anche la Borsa del Giappone, anche se i dati sulle esportazioni del mese scorso sono deludenti. Indice Nikkei +0,5%.

In Asia, il dollaro la fa da padrone, si apprezza sullo yen per il sesto giorno consecutivo a 111,2, massimo da inizio anno.

La valuta degli Stati Uniti schiaccia anche l’euro, sceso sui minimi da dicembre dell’anno scorso, a 1,174, anche perché i mercati ricominciato a ragionare sulla possibilità di un dissesto della valuta comune.

Financial Times e  Frankfurter Allgemeine Zeitung hanno pubblicato ieri due editoriali preoccupati sull’arrivo del nuovo governo giallo verde a Roma.

Il petrolio Brent guadagna stamattina lo 0,5% a 70 dollari il barile, la scorsa settimana si è chiusa con un rialzo dell’1,8%, ed è anche stata la sesta settimana consecutiva in positivo.

L’attività produttiva e l’esplorazione alla ricerca di nuovi giacimenti, negli Stati Uniti, ferve, ma non è aumentata la scorsa settimana in modo sensibile: il numero delle trivelle attive, sui massimi degli ultimi tre anni, è aumentata solo di un’unità.

www.websim
www.websimaction.it
Print Friendly, PDF & Email