BITCOIN – Stordito dalla SEC, oggi poco movimentato

BITCOIN – Stordito dalla SEC, oggi poco movimentato

Il Bitcoin è poco mosso oggi (+0,6%), scambiando a 9.950 usd, dopo il -9% di ieri innescato dalle parole della SEC (la Consob americana), ovvero che le piazze di scambio di asset digitali devono registrarsi presso di lei: ”Se una piattaforma offre il trading di asset digitali e opera come una piattaforma di ‘scambio’, come definito dalle leggi federali, allora si deve registrare alla Sec – si legge in una nota -. Siamo preoccupati del fatto che diverse piattaforme di trading appaiono agli investitori come mercati registrati e regolamentati dalla Sec mentre in realtà non lo sono. Molte piattaforme si definiscono come piazze di scambio, e questo può creare negli investitori l’impressione sbagliata sul fatto che si tratti di piazze regolamentate e che rispettano gli standard nazionali”.

Il Bitcoin era arrivato a segnare lo scorso dicembre il record storico a 20mila dollari. Oggi la capitalizzazione complessiva è di circa 170 mld e da inizio anno viaggia con un rosso del -30%. Il 2017 si  è chiuso con un progresso del +1.300% circa, terzo anno consecutivo positivo.

Graficamente, malgrado la violenta correzione dai top assoluti, la tendenza di fondo è ancora rialzista e lo è fin dalla nascita del bitcoin.
La relativa trendline di lungo periodo passa oggi in area 1.000 usd. Sopra di questa ci sono trendline più ripide passanti per 3.000 usd.Le periodiche correzioni normalmente viaggiano tra il -30% e -40% nell’arco di pochi giorni. Nel 2017 ce ne sono state sette.
Il precedente bear market del 2013/2014, nel momento peggiore, ha visto una perdita dai top del -87%, con un crollo delle quotazioni del 87%, da 1.163 a 152 usd.

La correzione di quest’inverno ha registrato per ora un -70%.
Al rialzo primo importante ostacolo in area 12mila.
Al ribasso prossimi importanti sostegni nell’area 5mila/3mila usd.

BITCOIN
08BTC.png

www.websim.it
www.websimaction.it

Print Friendly, PDF & Email