PORTAFOGLIO CERTIFICATE – Aggiornamento dicembre: +9,9% da inizio anno

PORTAFOGLIO CERTIFICATE – Aggiornamento dicembre: +9,9% da inizio anno

Il portafoglio certificate chiude l’anno con un risultato molto soddisfacente, un rendimento che sfiora la doppia cifra, siamo al 9,91%, leggermente meglio del guadagno accumulato da qui a inizio anno dall’indice EuroStoxx 50 (+9,6%). Ma nel momento del confronto è da ricordare che i certificate proteggono  dal ribasso.

A dicembre è andato benissimo il Bonus Cap su Deutsche Bank che viene ritirato con successo; capital gain anche dalla cessione di due Bonus cap prima della scadenza, quello su BMW e su A2A. Infine, incassiamo le cedole. Il risultato delle risorse arrivate è un miglioramento della performance, dall’8,06% del mese precedente al 9,91% di fine anno.

Guadagno di 478 euro dal Bonus Cap con Isin DE000HV4B2T6, sottostante Deutsche Bank, acquistato per 66 pezzi,  lo scorso 8 maggio a 113,75 euro, il certificate viene ritirato a 121 euro. Il rendimento di questi 7 mesi è stato pari al 6,38%. La trimestrale della banca tedesca è stato molto buona.

Altri 187,5 euro di guadagni si generano con la vendita del Bonus Cap con sottostante BMW, a codice  Isin DE000HV4CAB1 acquistato a 97,5 euro che cediamo a 105 euro, con un rendimento del 7,5% in 6 mesi.

Abbiamo poi ceduto il bonus cap con sottostante A2A, codice Isin DE000HV400Q5, acquistato a 98,5 euro e ceduto a  104,1 euro. Questa operazione porta a un guadagno di 139 euro con un rendimento del 5,55% in 5 mesi.

Incassiamo, inoltre, 0,5 euro + altri 0,5 euro dal doppia cedola con sottostante Banca Popolare dell’Emila  Romagna a codice Isin DE000HV4B742. Dunque, in totale, 74 euro.

Infine arrivano altri 48,1 euro dalle cedole staccate dal cash collect su Unipol Sai con Isin DE000HV4B7J6  [DEHV4B7J.MI]   acquistato lo scorso 22 giugno  a 100,55 euro. In cinque mesi mesi il cash collect ha sempre distribuito le cedole.

Sommando i guadagni e gli incassi arriviamo a 927 euro, portando il rendimento da inizio anno dall’8,1% dello scorso mese al 9,91%.

Sostituiamo i bonus cap usciti con 77 pezzi del Top Bonus doppia barriera con sottostante Intesa SanPaolo e IsinDE000HV409A0 [DEHV409A.MI], che acquistiamo a 97,85 euro, scadenza il 18 settembre 2020. Il Certificate verrà rimborsato a 135 euro se Intesa si troverà alla data di valutazione finale sopra 2,6118 euro oppure a 109 se il titolo si troverà, sempre alla data di valutazione finale, tra 2,6118 e 2,0314 (il livello della seconda barriera).

Entra nel portafoglio un Bonus cap con sottostante Buzzi Unicemcon Isin DE000HV4CAF2 [DEHV4CAF.MI] ne acquistiamo 25 pezzi a 103,75, il certificate scadrà a metà giugno e verrà ritirato a 111 euro se Buzzi da qui alla scadenza non scenderà sotto ai 18,5475 euro.

Infine acquistiamo 24 pezzi del Top Bonus doppia Barriera con sottostante Eni e Isin DE000HV40962 [DEHV4096.MI] a 104,75 euro, scadenza il 18 settembre 2020. Il Certificate verrà rimborsato a 124,5 euro se Eni  si troverà alla data di valutazione finale sopra 12,204 euro oppure a 109 se il titolo si troverà, sempre alla data di valutazione finale, tra 12,204 e 10,17 (il livello della seconda barriera).

Qui di seguito il nostro portafoglio aggiornato con in verde i nuovi entranti e in giallo i certificate uscenti.

aggiornamento al 19 dicembre.png

www.websim.it

Print Friendly, PDF & Email