CERTIFICATE – Alta protezione del capitale per mercati accidentati

“E’ quando tutto va bene che bisogna incominciare a preoccuparsi”.  Non è un detto di Borsa del tipo “Sell in may and go away”, è semplicemente il parere di un  decano di Piazza Affari, un operatore con alle spalle 40 anni di attività nell’investimento azionario e ancora oggi sulla breccia.

Questo signore, che tiene alla propria riservatezza come ai propri milioni di euro, ha largamente approfittato del rialzo dei mercati azionari  di questi mesi ed è convinto che l’economia migliorerà ancora, soprattutto in Europa, ma si aspetta da qui in avanti un andamento dei mercati accidentato. “Intendiamoci, non sono un gufo menagramo, ma penso che sia meglio fare scelte di investimento che siano sì esposte alla crescita globale, ma offrano anche un briciolo di protezione per ridurre i rischi”.

L’elenco dei possibili rischi è molto lungo e gli ultimi giorni ci hanno offerto una novità preoccupante: la Corea del Nord è tecnicamente in grado di scagliare una bomba atomica sul territorio degli Stati Uniti. Alla notizia i mercati hanno reagito con compostezza, ma la follia dei dittatori può essere senza limiti e causare danni devastanti.

Per chi condivide l’analisi esposta qui sopra, segnaliamo il certificate “Crescendo rendimento memory” emesso da Exane con Isin FREXA0006439 . Ha come sottostanti le azioni di Unicredit [CRDI.MI],  Saint Gobain [SGOB.PA] e Iberdrola [IBE.MC].

Unicredit è una delle banche europee con la ramificazione geografica più estesa: prima in Italia, forte nella solida Germania, forte nelle economie dell’Est Europa e in Turchia. Portato a termine con successo l’aumento di capitale da 7 miliardi di euro, la banca vanta ora una robustezza patrimoniale di primo livello, con un management fortemente impegnato ad incrementare la redditività.

Iberdrola.logo.jpgIberdrola, gruppo spagnolo con sede a Bilbao, produce e vende energia elettrica in aree molto diversificate: Spagna, Portogallo, Gran Bretagna e Sud America. Capitalizza 42,1 miliardi di euro (poco meno di Enel che capitalizza 47,6 miliardi) e ha come principale azionista Qia, il fondo sovrano del Qatar (Qatar Investment Authority), con una quota dell’8,5% del capitale.

Saint.Gobain.logo.pngLa francese Saint Gobain capitalizza 26,6 miliardi di euro ed è uno dei gruppi leader nella produzione di oggetti in vetro e materiali per l’edilizia.

In comune queste tre società hanno l’apprezzamento degli analisti: per ognuna le raccomandazioni Buy superano il 60% del totale dei giudizi.

Il certificate FREXA0006439 è interessante per la diversificazione che offre, l’alto grado di protezione del capitale investito e un rendimento condizionale cedolare per tre anni di assoluto interesse (7,2% all’anno).
Questo certificate è arrivato sul mercato il 7 giugno  2017 e ha scadenza fra tre anni (rimborso finale l’8 giugno 2020). Collocato a 1.000 euro, è scambiato a 1025 euro.
 
CEDOLE E PROTEZIONE
La caratteristica del Crescendo Rendimento Memory è di pagare ogni mese una cedola di 6 euro, pari allo 0,6% del valore nominale. La cedola non è garantita, ma viene pagata a condizione che nel giorno stabilito per la rilevazione mensile le quotazioni di Borsa di tutti e tre i sottostanti siano sopra le rispettive barriere. Le barriere sono molto distanti dai prezzi attuali. Per raggiungere la barriera, l’azione Unicredit dovrebbe perdere il 53%. Per Saint Gobain la barriera è lontana il 47%, Iberdrola il 47%.
Le stesse barriere, così distanti, garantiscono la protezione del capitale in caso di discesa delle quotazioni: fino a ribassi del 47/53%, il rimborso del capitale sarà totale.

L’EFFETTO MEMORIA. 
Di notevole importanza per l’investitore è l’Effetto Memoria, che consente di ricevere le eventuali cedole non ottenute nei mesi precedenti: queste verranno pagate tutte insieme alla prima occasione in cui, a una data di rilevazione mensile, si verifica la condizione per il pagamento della cedola.
Volendo semplificare al massimo, basterà che il 25 maggio 2020, ultima data di rilevazione, le azioni di Unicredit, Saint Gobain  e Iberdrola siano sopra le rispettive barriere, per vedersi rimborsati i 1.000 euro del capitale impiegato e concludere l’investimento incassando tutte le cedole mensili del triennio, per un totale di 210 euro, con un rendimento cedolare annuo del 7,2%. Il prodotto ha già staccato la prima cedola di giugno.

RIMBORSO ANTICIPATO 

A partire dal prossimo mese di novembre se a una data di rilevazione tutti e tre i sottostanti saranno sopra i Livelli iniziali, scatterà il rimborso anticipato che prevede, ovviamente, il pagamento di tutte le cedole maturate fino a quel momento, e il ritiro del certificate a  1.000 euro.
Se nei tre anni non dovesse mai scattare il rimborso anticipato, alla scadenza, il 25 maggio 2020 (ultima data di rilevazione), si potranno avere due possibilità:

1)  Se le quotazioni di Unicredit,  Saint Gobain e Iberdrola   saranno superiori alle loro barriere il certificate verrà ritirato a  1.000 euro. L’investitore che comprasse oggi incasserebbe  210 euro di cedole, con un rendimento del 18%, tenendo conto che ha acquistato a 1.025 euro e il rimborso avverrà al nominale (1.000 euro).

2)  Se anche uno solo dei sottostanti sarà sotto la barriera, l’investitore verrà rimborsato con capitale decurtato in proporzione alla performance del sottostante peggiore. Se per esempio Unicredit  dovesse trovarsi alla data di rilevazione finale, fissata il 25 maggio 2020, appena sotto la barriera, allora il certificate verrà ritirato appena sotto i 500 euro.

Ecco la situazione dei sottostanti:

UNICREDIT [ISP.MI]: il prezzo di Borsa attuale è 17,25 euro.
==> La barriera è a 8,076 euro, per toccarla l’azione dovrebbe scendere del 53%.
==> Il Livello iniziale è 16,152  euro, inferiore alle  attuali quotazioni.
Dall’ inizio dell’anno il titolo Unicredit è salito  del 25%. Fra gli analisti c’è un netto orientamento positivo con  68% di  raccomandazioni Buy, 29% di Hold e solo un 3% di giudizi Sell. La media dei target price è 17,8 euro.

SAINT GOBAIN [SGOB.PA]: il prezzo di Borsa è 47,5 euro.
==> La barriera è a 25,03 euro, per toccarla l’azione dovrebbe scendere del 47%.
==> Il Livello iniziale è 50,061  euro: per raggiungerlo l’azione deve guadagnare il 5%.
Dal primo gennaio a oggi il titolo del colosso francese che produce materiale per l’edilizia  registra una performance positiva del 7,4%. Fra gli analisti prevalgono i giudizi positivi con un 61% di raccomandazioni Buy,  30% di  Hold e 9% di Sell. Il target price medio è 51,5  euro.

IBERDROLA  [IBE.MC]:    il prezzo di Borsa è  6,73 euro.
==> La barriera è a 3,528 euro, per toccarla l’azione dovrebbe scendere del 47%.
==> Il Livello iniziale è 7,055 euro, il 5% sopra le attuali quotazioni. Dall’inizio dell’anno il titolo Iberdrola  ha guadagnato l’8,3%. Gli analisti sono ottimisti: il 59% consiglia di comprarlo e solo 3% di vendere. La media dei target price è 7,24 euro.


Guarda il video

Print Friendly, PDF & Email